Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 04 Luglio - ore 10.15

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Aggressione per una battuta, perquisita la sede spezzina di Casapound

Sabato scorso il ferimento di due ragazzi in centro città. Indagato il referente del movimento di estrema destra: ipotesi di reato è lesioni personali in concorso. Le indagini continuano per identificare tutti i coinvolti.

le indagini della digos
Aggressione per una battuta, perquisita la sede spezzina di Casapound

La Spezia - Indagato un 26enne, referente spezzino di Casapound, formazione di estrema destra di cui è stata anche perquisita la sede cittadina. A cinque giorni dai fatti, le indagini compiute dalla Digos hanno già portato ad una prima individuazione della dinamica e dei responsabili dell'aggressione che è costata il pronto soccorso a due giovani. Alle prime ore di questa mattina, personale della Questura della Spezia hanno bussato a casa di un attivista politico, a cui sono stati indirizzati dalle indagini coordinate dal Procuratore della Repubblica della Spezia, Antonio Patrono.
Gli inquirenti hanno accertato che sabato scorso, 30 maggio 2020, verso le 2.30 di notte, un gruppetto di giovani che si trovavano nei pressi di un locale del centro storico hanno seguito a piedi e successivamente affrontato in via Sapri un gruppo di giovani e ragazzi. Il motivo che avrebbe acceso la violenza di gruppo sarebbero state alcune frasi di derisione e scherno verso la fede politica di appartenenza degli aggressori. Nell’azione, definita "fulminea", sono stati colpiti due ventunenni italiani, giunti da fuori comune e provincia per una serata di svago nel capoluogo. Hanno riportato lesioni di 30 e 7 giorni, rispettivamente per fratture scomposte al setto nasale e per trauma facciale e cervicale.

E le cose sarebbero potute andare peggio. Solo l’immediato intervento di un equipaggio della squadra volante che stava transitando in zona, supportato subito dopo da un’ulteriore volante e da due pattuglie dei Carabinieri, ha fatto desistere gli aggressori che a quel punto si sono dati ad una precipitosa fuga per le vie del centro storico. In quei frangenti, un grosso petardo è esploso non lontano dagli agenti. Gli investigatori della Digos, grazie agli elementi raccolti nell’immediatezza dalle volanti, alle testimonianze e all’analisi delle telecamere cittadine, hanno ricostruito la dinamica dell’aggressione con precisione.
Ora i reati ipotizzati per il 26enne sono lesioni personali aggravate in concorso. Proseguono infatti le indagini per completare il quadro probatorio nei confronti dei sodali che hanno agito in concorso. Visto il ripetersi di episodi violenti, spesso motivati dall’abuso di alcolici, i servizi di controllo straordinario interforze disposti dalla Questura saranno reiterati anche per il fine settimana in corso e prolungati fino a notte, come stabilito in sede di Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia
















Contagi e vittime sono in calo da tempo in Italia e i numeri del Covid sono quelli che si registravano a febbraio nei primissimi giorni della futura pandemia. Voi quali sensazioni avete oggi?











Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News