Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Domenica 27 Settembre - ore 21.40

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Aggressione omofoba. Arrestato un giovane, ha ferito anche due poliziotti

Ha appena 19 anni ed è già noto alle forze dell'ordine per le scorribande avvenute nei mesi passati in Piazza Verdi. Denunciato un complice, si cercano altre due persone.

è della "gang" di Piazza Verdi
Aggressione omofoba. Arrestato un giovane, ha ferito anche due poliziotti

La Spezia - E’ stato fermato l’autore dell’aggressione alla coppia di fidanzati avvenuta ieri pomeriggio alla stazione ferroviaria di Vernazza. I due uomini aggrediti sono stati insultati e successivamente venivano colpiti con calci e pugni. L’autore si è mostrato incurante della presenza di altri viaggiatori, per poi dileguarsi a bordo di uno dei treni in transito.
La sua fuga, insieme ad un complice, è terminata dopo poche ore in piazza Verdi, dove veniva sorpreso e rintracciato dalle volanti della Polizia di Stato, che operavano nelle ricerche insieme alla Squadra Mobile e alla Digos, mentre entrambe le vittime venivano refertate in ospedale per lesioni con 7 giorni di prognosi.
La serrata battuta di controlli, partita dalla stazione di Vernazza ed estesa ai convogli in transito fino al centro cittadino della Spezia. Le ricerche si sono concluse alle 18.30 appunto in Piazza Verdi, dove un equipaggio della Squadra Volante riconosceva senza ombra di dubbio i due autori della violenta aggressione, così come erano stati immortalati dalle immagini delle telecamere, i quali si davano a precipitosa fuga in direzioni opposte.
Gli operatori riuscivano a bloccare uno dei due, un giovane moldavo pluripregiudicato, noto agli uffici, il quale opponeva strenua resistenza sferrando calci, pugni e testate agli agenti. Con il supporto di un’altra volante giunta immediatamente sul posto, gli agenti riuscivano a fatica a farlo salire sull’autovettura di servizio per condurlo in Questura.
A seguito della violenta azione di resistenza, i due operatori aggrediti riportavano lesioni giudicate guaribili in 20 e 10 giorni di prognosi, per ferite agli arti ed al collo.
Tratto in arresto per resistenza, violenza e lesioni a pubblico ufficiale, stamattina lo straniero è stato accompagnato in Tribunale, dove il giudice ne convalidava l’arresto.
Grazie agli accertamenti svolti fino a notte fonda dalla Polfer, lo stesso è stato indagato a piede libero per l’aggressione in stazione, insieme al complice, identificato in un giovane albanese di 21 anni, regolare sul territorio nazionale, con a carico numerosi precedenti di polizia per reati contro il patrimonio. Nel caso di specie, le lesioni procurate alle due vittime risultano aggravate, trattandosi di aggressione a carattere omofobo.
“Il 19 enne moldavo arrestato - sui legge in una nota della Polizia di Stato -, domiciliato a Bolano, è noto per l’efferatezza e la violenza su persone e cose che ha caratterizzato una serie di condotte criminose, per cui è stato più volte fermato dalle volanti e già sottoposto a custodia cautelare in carcere nei mesi scorsi, a seguito di una mirata attività investigativa svolta dalla Squadra mobile, in quanto ritenuto responsabile, in concorso con altri coetanei, di numerosi furti consumati nel cuore della notte e con la tecnica della “spaccata”, in danno di altrettanti esercizi commerciali. Il predetto, ritenuto uno dei capi della “gang” di Pizza Verdi, specializzata proprio nella commissione di reati come sopra specificato, dopo alcuni mesi di custodia cautelare detentiva, emessa dall’Autorità spezzina, era stato scarcerato e sottoposto all’obbligo di dimora presso la propria abitazione di Bolano, misura cautelare revocata da poco più di due settimane”.
Proseguono le indagini per identificare altri due componenti del gruppo, che però non hanno preso parte all’aggressione fisica.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia






FOTOGALLERY




















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News