Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 30 Ottobre - ore 21.09

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Aggredì coppia gay a Vernazza e poi i poliziotti, deve lasciare l'Italia

E’ stato convalidato in queste ore dal Giudice di pace il provvedimento di trattenimento che il questore della Spezia ha firmato subito dopo la scarcerazione del giovane.

L'epilogo
Aggredì coppia gay a Vernazza e poi i poliziotti, deve lasciare l'Italia

La Spezia - Si è reso responsabile dell’aggressione omofoba alla stazione ferroviaria di Vernazza e colpi selvaggiamente anche due poliziotti. Ora in Italia il 19enne moldavo, arrestato nei giorni scorsi, non potrà più starci. E’ stato convalidato in queste ore dal Giudice di pace il provvedimento di trattenimento che il questore della Spezia ha firmato subito dopo la scarcerazione del giovane.
In una nota la questura della Spezia ripercorre le fasi dell’allontanamento e del rimpatrio: “La complessa procedura volta al suo accompagnamento definitivo in frontiera è stata immediatamente avviata dall’Ufficio Immigrazione della Questura che, appena convalidato “l’arresto, ha acquisito il previsto nulla osta dalla Procura procedente”.
“Dal fascicolo - prosegue la nota - è emerso un significativo quadro complessivo di pregiudizi e precedenti penali gravanti sullo straniero, già all’attenzione dell’ufficio, oltre che l’attualità dello status di irregolarità sul territorio nazionale, per cui è stata istruita la richiesta al Prefetto della Spezia di decreto di espulsione per motivi di pericolosità sociale. Per dare corso al definitivo accompagnamento alla frontiera, non essendo ancora ripresi i voli con la Moldavia, il Questore ha disposto l’esecuzione dell’espulsione prefettizia con il Trattenimento in Centro di Permanenza e Rimpatrio, dove lo straniero è stato accompagnato da una pattuglia della Questura”.
Se il giovane dovesse rientrare in Italia sarebbe sottoposto ad arresto in flagranza per ingresso illegale, con successivo nuovo accompagnamento alla frontiera.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News