Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 20 Novembre - ore 17.58

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Adesca un ragazzino, cinque anni di sorveglianza a un 60enne

L'uomo aveva anche immagini pedopornografiche. Non potrà più usare cellulari e computer. Ogni giorno dovrà presentarsi in questura e non dovrà più avvicinarsi a luoghi frequentati da minori.

Adesca un ragazzino, cinque anni di sorveglianza a un 60enne

La Spezia - Cinque anni di sorveglianza. Non potrà più avvicinarsi a luoghi frequentati da minori, non potrà più possedere cellulari computer e ogni giorno dovrà presentarsi in questura. Una pena pesantissima a carico di un uomo di 60 anni per il quale la Polizia di Stato ha accertato reati riconducibili alla pornografia.
Accade alla Spezia e la pena massima era stata chiesta dalla Divisione anticrimine grazie anche ai preziosi accertamenti condotti dalla Squadra mobile. A confermare la pista degli agenti è stato l'adescamento da parte del 60enne di un ragazzino.
L'uomo era entrato in contatto con il minore e l'ha invitato al Molo Italia per una passeggiata mostrandogli delle immagini inequivocabili che riportavano delle pose sessuali. L'uomo ha chiesto al ragazzo se voleva imitarle.
L'omertà però non l'ha avuta vinta. Il ragazzo ha raccontato tutto alla madre che ha avvertito la Polizia. E' stata messa in piedi una trappola per l'orco con la Squadra mobile che ha organizzato un servizio di appostamento. Quando il soggetto chiedeva al ragazzo di passare al dunque gli agenti che seguivano i due da vicino intervenivano e accompagnavano il 60enne negli uffici della Questura. Sul suo cellulare venivano rinvenute diverse fotografie pedopornografiche. La divisione anticrimine della Questura quindi ha proposto e ottenuto il massimo della misura di sorveglianza possibile ovvero 5 anni.
Come detto, il tribunale Della Spezia, su proposta del questore, ha emesso la misura di prevenzione della sorveglianza speciale per 5 anni a carico di un soggetto che è già stato in carcere per pedofilia. La misura prevede l'obbligo di soggiorno nel comune di La Spezia , l'obbligo di presentazione quotidiano alle autorità, il divieto di avvicinarsi a luoghi frequentati abitualmente da minori e il divieto di possedere programmi informatici o altri strumenti di cifratura o criptazione di conversazioni o messaggi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure