Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Domenica 21 Ottobre - ore 22.25

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Addio a Gino Maschio, provò a conquistare il monte Bianco e divenne il simbolo del Cai

Gli amici e i soci lo ricodano: "Provò più volte ad arrivare in vetta ma le condizioni meteo non glielo permisero. Non ne ha fatto mai un dramma e per questo diceva: 'Si vede che non mi vuole'".

aveva 99 anni
Addio a Gino Maschio, provò a conquistare il monte Bianco e divenne il simbolo del Cai

La Spezia - Lutto nella sezione spezzina del Cai. E' mancato, all'età di 99 anni, il socio Gino Maschio. In una nota si legge: "Gino ha iniziato la sua salita più grande, la conquista del cielo, era una grande figura del Cai spezzino, ha formato ed aggregato donne ed uomini che hanno raggiunto prestigiosi risultati nell’Alpinismo, nell’Arrampicata e nelle strutture stesse del Cai".
Un cammino lungo 70 anni, iniziato con la chiamata nel Corpo degli Alpini alla vigilia della 2^ Guerra Mondiale e culminato con la salita al Pizzo D’Uccello, 9 anni fa, per festeggiare il suo novantesimo compleanno.
"Su questa vetta apuana - si legge nella nota - Gino ha posato il piede 96 volte ma il record spetta al monte Grondilice con 104 salite, seguono la Pania della Croce , il faticoso Pisanino dalla Bagola Bianca , la Tambura , gli ostici Contrario e Cavallo , la Penna di Sumbra e l’insidiosa Roccandagia. Queste per ricordare le montagne vicine a casa. Poi arrivano Monviso (3 volte), Cevedale , Gran Zebrù , Marmolada , Pelmo , Civetta , Adamello e le Alpi Marittime con Argentera e Marguareis".
"Fra le tante cime conquistate non emerge la più blasonata - si legge ancora - : il Monte Bianco per tre volte il mutamento improvviso delle condizioni meteo gli hanno precluso la vetta. Gino non ne faceva un dramma e disse: 'Si vede che non mi vuole'".
"È stato - conclude la nota - per tutti noi un esempio ed un punto di riferimento : da lui abbiamo sentito per la prima volta il termine di “imparare facendo”; nel 1989/1990 organizzava il primo corso di escursionismo ( cosa mai fatta a livello nazionale). Gino, ci mancherai, ma sarai sempre nel nostro cuore. Alla famiglia porgiamo le più sentite condoglianze".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News