Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Domenica 20 Settembre - ore 23.44

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

"Sul virus spezzini consapevoli. La prudenza una priorità assoluta"

Il presidente dell'Ordine dei medici e odontoiatri Salvatore Barbagallo a Città della Spezia: "Stanno tornado dei casi dove il virus non ha ancora fatto quel percorso di affievolimento che è avvenuto anche qui alla Spezia e in Italia".

"le difese non vanno abbassate"

La Spezia - Sei nuovi casi di positività al coronavirus proveniente da contatti di situazioni già confermate alla Spezia. Quattro persone in ospedale e nuove sorveglianze attive. Se questo è il quadro provinciale che emerge dai bollettini ufficiali diffusi dalla Regione Liguria (clicca quiper quello odierno), per scoprire che aria si respira in città, oltre al sondaggio che Città della Spezia sta portando avanti arriva un punto anche dal presidente dell'Ordine dei medici e degli odontoiatri della provincia della Spezia. La parola d'ordine rimane: prudenza.
"I nostri concittadini si sono comportati in maniera corretta - spiega il dottor Barbagallo -. In più noi siamo stati molto fortunati perché non abbiamo avuto focolai locali ma casi di importazione che i colleghi sono riusciti a bloccare sul nascere. Un passaggio che ha avuto esito positivo anche se abbiamo scontato la fragilità di molti concittadini anziani, dunque più vulnerabili. Facendo un'analisi sulla situazione attuale, il virus sembra stia perdendo forza anche se per chiarirne le cause la strada è lunga. Il risultato però è questo è meno virulento e la scienza è riuscita a dare informazioni in più per il suo trattamento. Un fatto molto importante. Localmente soffriamo di più di casi di importazione e si tratta di un dato in linea con la situazione nazionale dove la situazione si è ridotta".
Sui nuovi casi di positività, in molti provenienti da paesi esteri, il dottor Barbagallo sottolinea che: "Stanno tornado dei casi dove il virus non ha ancora fatto quel percorso di affievolimento che è avvenuto anche qui alla Spezia e in Italia. C'è dunque la possibilità di casi di ritorno che vanno bloccati perché potrebbero creare nuovi cluster. La prudenza rimane la priorità e le difese non vanno abbassate. E' un periodo nuovo e le attività sia ludiche che quelle lavorative dovranno essere portate avanti con precauzione. Sono norme che nella maggior parte dei casi siamo riusciti a fare nostre e manteniamo un cauto ottimismo ma non va perso assolutamente il terreno guadagnato in questa battaglia contro il virus".
Nel tentativo di riavviare tutto verso la normalità con la presenza, costante del coronavirus, gli spezzini si rivolgono al proprio medico curante. "In questo momento siamo in fase di recupero sugli accertamenti che venivano eseguiti regolarmente su patologie croniche che per la pandemia sono state sospese. In questo momento c'è una 'rincorsa' alla routine che va portato avanti. Lentamente la normalità si avvicina, non più con la praticità e la velocità precedente perché la priorità resta la prudenza".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News