Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 17 Gennaio - ore 21.05

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

"Il maniaco ha colpito ancora". Ma alle forze dell'ordine non risulta

Gli investigatori lavorano sugli episodi confermati dalle denunce delle vittime. Nel frattempo in numerose chat e gruppi è comparso un messaggio vocale che racconta di una nuova aggressione.

diffusissima nei gruppi
"Il maniaco ha colpito ancora". Ma alle forze dell'ordine non risulta

La Spezia - Non è confermata alcuna violenza in Via Nino Bixio ad opera del misterioso maniaco sul quale stanno indagando da settimane le forze dell'ordine. L'ultimo, ipotetico, episodio di cui si parla in un messaggio vocale che rimbalza nelle ultime ore nelle chat di Whatsapp, non ha al momento riscontro negli atti di Polizia e Carabinieri.

Gli episodi confermati e sui quali, appunto, gli inquirenti lavorano a pieno ritmo sono due: uno avvenuto a Mazzetta tre settimane fa e un altro nella zona dell'ospedale. In quelle circostanze l'uomo avrebbe aggredito alle spalle una quarantenne che tornava alla sua auto dopo una serata con gli amici e un'infermiera che entrava in servizio.
Nel messaggio che gira nelle chat vengono elencati gli episodi del quale il presunto maniaco si sarebbe reso responsabile. La voce di una giovane donna invita tutti a prestare la massima attenzione e sostiene che un individuo con felpa e cappuccio abbia agito anche in Via Nino Bixio.

Stando a quanto trapela da Polizia e Carabinieri l'attenzione non cala sui due episodi nella zona di Mazzetta e non se ne sarebbero aggiunti altri. Le forze dell'ordine lavorano su più fronti mentre le comunicazioni non ufficiali si allargano a macchia d'olio. La veridicità del contenuto del vocale finito sugli smartphone di moltissimi spezzini non è dimostrabile, e, purtroppo, non sarebbe la prima volta che un allarme lanciato attraverso i social network si riveli un "eccesso di zelo" da parte di qualcheduno. Non è detto che sia questo il caso, ma quel che è certo è che la cosa migliore, se ci si trova in situazioni di pericolo per la propria incolumità, resta quella di rivolgersi a Polizia o Carabinieri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News