Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 26 Giugno - ore 18.59

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Ztl, si cambia: le telecamere arretrano in Via D'Azeglio

L'amministrazione ha accolto le rimostranze dei commercianti e le preoccupazioni per i problemi che sarebbero sorti all'uscita delle scuole. Brogi: "Stalli a rotazione intorno a Piazza Verdi, e non dimentichiamo ora gratuita al sabato e navetta".

Vicino un accordo per Piazza Europa
Ztl, si cambia: le telecamere arretrano in Via D'Azeglio

La Spezia - Tutti alla ricerca di un punto di equilibrio sul tema dell'ampliamento della Ztl e dell'installazione delle telecamere. E alla fine un compromesso sul quale ragionare c'è. Anzi, c'era già.
L'amministrazione comunale ha infatti già stabilito nei giorni scorsi di varare le novità viabilistiche con alcune modifiche e rinunce rispetto a quanto annunciato un mese fa. Le perplessità espresse dalle associazioni di categoria e da alcuni gruppi della stessa maggioranza hanno portato gli assessori al Commercio, Lorenzo Brogi, e alla Mobilità, Kristopher Casati, a fare retromarcia su alcuni aspetti della relativi al posizionamento delle telecamere, alla tolleranza nei confronti dei genitori che vanno a prendere i figli a scuola e al passaggio di stalli a rotazione a favore dei residenti.
Il momento poco positivo per il commercio e la già complessa situazione sotto il profilo della sosta hanno portato a intervenire con la maggior cautela possibile.

E' quanto emerso nel corso della seduta congiunta delle commissioni seconda e terza, presiedute da Marco Tarabugi e Maria Grazia Frijia, con l'audizione dei rappresentanti delle associazioni di categoria.
Per il mondo del commercio erano presenti Antonella Simone, per Confartigianato, Graziana Gianfranchi, per Confesercenti, e Roberto Martini, per Confcommercio.
Da parte loro è arrivata una bocciatura totale dell'idea di aumentare le vie interdettte ai non residenti, almeno sino a quando non ci saranno reali alternative rappresentate da parcheggi in struttura funzionali al centro storico.
Non convincono le rassicurazioni sul recupero di parcheggi a pagamento a rotazione promesso dall'amministrazione e desta preoccupazione il divieto di transito e parcheggio per i non residenti in Viale Mazzini, utilizzata per la sosta da parte di chi si dirige in Piazza Verdi, area commerciale già colpita dalla lunga permanenza del cantiere dal 2013 in poi. "Invece di andare avanti - si sono lamentati Martini, Simone e Gianfranchi - ci viene messo di fronte sempre un paletto in più. Chiediamo nuovi parcheggi nelle adiacenze del centro: come si possono chiedere altrimenti negozi di qualità e sempre aperti? Servono politiche che agevolino la vitalità del commercio". Secondo Martini, inoltre la concretizzazione del progetto commerciale all'area ex Sio sarà un nuovo problema, "ma c'è chi lo vuole lo stesso. Così moriranno le vetrine di Mazzetta che deve buona parte del movimento al richiamo del Brico".
Simone ha ricordato le difficoltà che avrebbero gli artigiani e le partite Iva non potendo accedere in Viale Mazzini e alle vie intorno.
Presente anche Renato Oldoni, per Confedilizia, con una posizione ben diversa: "C'è una carenza di parcheggi per i residenti. E abbiamo area di grande qualità ambientale come i giardini, ritengo che le telecamere siano un elemento importante per tutelarli. Serve una mediazione: non sono quelli che parcheggiano in Viale Mazzini che comprano nei negozi di Piazza Versi, ma c'è di contro il problema della scuola e dei genitori che vanno a prendere i bambini".

Gli interventi di Donatella Del Turco e Patrizia Saccone hanno accolto le rimostranze dei commercianti, mentre Fabio Cenerini ha ricordato il ruolo del gruppo Toti - Forza Italia nella frenata della giunta sull'ampliamento della Ztl.
Giacomo Peserico ha suggerito di spostare il varco con le telecamere di Viale Mazzini di 50 metri, dall'incrocio con Via Micca a quello con Via D'Azeglio, ricordando al contempo le difficoltà di parcheggio per i residenti. Da Massimo Caratozzolo la proposta di una sperimentazione che apra tutto il centro ai residenti di ogni zona munita di pass.
Roberto Centi ha sostenuto che sarebbe stato più giusto ascoltare le associazioni prima delle decisioni e ha difeso gli interessi di alunni, genitori e lavoratori esortando a trovare un punto di equilibrio tra le ampie concessioni delle notti del week end e l'aumento dei divieti. Secondo Marco Raffaelli "levare parcheggi in prossimità di Piazza Verdi ora che si è ritornata vitale è una scelta miope, anche perché non si sa cosa succederà ai parcheggi intorno a Piazza Cavour. Lorella Cozzani ha spoilerato l'intervento conclusivo dell'assessore Brogi, sostenendo che ci fossero già alcuni punti di accordo
"Capisco le rimostranze dei residenti, ma vorrei ricordare che il posto auto sotto casa non ce l'hanno tante persone che vivono in città", è interventua Graziana Gianfranchi, prima che Martini ammonisse a non la sbagliare la comunicazione dell'applicazione di Ztl e telecamere per evitare di diventare un caso Lerici bis, per anni associata al divieto di transito.

Poi è venuto il turno di Brogi: "Abbiamo avviato un dialogo anche all'interno della maggioranza - ha confermato - e siamo arrivati ad alcuni compromessi. La prima decisione è stata quella di spostare palo delle telecamere all'incrocio con Via D'Azeglio e il mantenimento degli stalli a rotazione nei pressi delle scuole e di Piazza Verdi. Nel tratto iniziale di Via XX settembre manterremo 34 stalli a rotazione e gli uffici stanno effettuando una valutazione tecnica per vedere come si possano decongestionare Viale Italia e Via XX settembre".
L'assessore ha risposto anche alla sollecitazione di attuare politiche a sostegno del commercio: "Stiamo confermando da un anno la prima ora si sosta gratuita il sabato pomeriggio in centro e abbiamo aperto un ragionamento con la Camera di commercio per consentire agli automobilisti di sfruttare gratuitamente il parcheggio interrato di Piazza Europa in alcune fasce orarie, magari collegando la sosta agli acquisti nei negozi del centro. E questa è un'opzione che potremmo percorrere anche per il parcheggio in struttura della stazione ferroviara. Infine ci saranno novita per quel che riguarda il servizio navetta visto che nel Pums è previsto che diventi una linea circolare che porti clienti a fare shopping in centro".
Un punto di caduta ritenuto accettabile è stato trovato e pertanto l'audizione dell'assessore Casati prevista per venerdì è stata annullata.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News