Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 25 Novembre - ore 21.02

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Vaccini antinfluenzali, Cittadinanzattiva scrive al commissario Arcuri

Il portavoce Rino Tortorelli ripercorre le tappe che hanno portato allo stallo attuale: i vaccini promessi a fine ottobre non sono arrivati e le 10mila dosi annunciate non sono sufficienti. I medici sono in difficoltà.

"Dosi insufficienti"

La Spezia - "Illustre dottore,
con la presente siamo ad informarLa di una situazione avente carattere di gravità che si sta verificando in Provincia della Spezia.
Premettiamo che la sede nazionale della nostra associazione ha dato il via, a settembre, ad una indagine civica relativa all'approvvigionamento dei vaccini da parte delle regioni, attraverso lo strumento dell'accesso civico generalizzato. La Regione Liguria e’ stata una di quelle Regioni che non ha dato riscontro alla richiesta di accesso civico". Esordisce così Rino Tortorelli, vice presidente dell'associazione Cittadinanzattiva, nella lettera inviata al commissario straordinario per l'emergenza Covid-19 Domenico Arcuri.

"Per quanto riguarda la nostra Provincia (e nello specifico argomento in oggetto), abbiamo assunto alcune informazioni, da parte dei medici di medicina generale operanti sul nostro territorio. Da queste informazioni, univoche e - riteniamo vista la fonte - attendibili, risulta che nel luglio 2020 è stata costituita una task force presso l’Asl 5 per organizzare la campagna vaccini. In quell’occasione, ai medici era stata assicurata la fornitura di dosi sufficienti per i pazienti in carico ai singoli professionisti. A inizio ottobre, l’Asl 5 ha fornito circa 100 dosi per ogni medico di famiglia (nella nostra provincia operano 160 medici di medicina generale), con la garanzia che, per la fine del mese di ottobre, sarebbero state consegnate le forniture definitive.
Nonostante dette rassicurazioni - prosegue Tortorelli - le dosi definitive non sono state consegnate, né l’Asl 5 ha dato risposta, neppure ad una diffida inviata dai medici di medicina generale. Da ultimo, nel corrente mese di novembre, è stato attivato un tavolo “urgente” per affrontare la situazione con la garanzia, da parte dell’Asl 5, che sarebbero state fornite ulteriori 10.000 dosi ai medici di famiglia. Dal riparto per ciascun medico (10.000 / 160), risulta che le attuali forniture raggiungerebbero il numero di 60/70 dosi per ciascun medico. Dosi che, sommate alle precedenti già consegnate, arriverebbero alla cifra di circa 160/170 dosi per ciascun medico. Evidentemente insufficienti", commenta Cittadinanzattiva.

"Peraltro, sempre da informazioni assunte, risulterebbe che tale situazione interessi solo la Asl 5, a differenza delle altre Asl in Liguria. Le chiediamo pertanto, cortesemente, un urgente Suo interessamento, previa verifica della corrispondenza dei dati da noi assunti, onde garantire il diritto alla salute dei cittadini della nostra provincia, al pari di quelli delle altre province liguri", conclude Tortorelli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News