Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 01 Marzo - ore 08.31

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Vaccini, Toti: "Normale ci siano problemi in una campagna così vasta"

Il presidente della Regione, che è anche assessore alla Sanità, predica calma dopo che nelle scorse ore è esploso il caos delle prenotazioni in tutta la Liguria.

Il punto

La Spezia - "Siamo di fronte alla più vasta campagna di vaccinazione che la storia conosca è normale che ci siano incomprensioni e duplicazioni. Resto soddisfatto del lavoro svolto sino a ora". Ha esordito così il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti nel corso della conferenza stampa convocata questa mattina per fare chiarezza sul caos delle prenotazioni per la somministrazione dei vaccini agli over 80 che si è venuto a creare in Liguria e nella provincia spezzina in particolare, dove al sistema di prenotazione scelto da Asl e dai Comuni (quello con l'invio dei moduli di adesione a casa) si è affiancato quello comune al resto della regione. E logicamente, in un momento in cui la disponibilità dei vaccini è il principale problema della razza umana, in molti si sono precipitati sul numero verde, finendo così per prenotare due volte, occupando quelle caselle che avrebbero consentito ad altri (quanti non hanno ricevuto o riconsegnato il modulo) di effettuare la propria prenotazione. Come diceva Hobbes: Homo homini lupus.

Chi si è trovato a telefonare o a chiedere informazioni ricevendo risposte spesso contraddittorie è finito preda dello smarrimento più totale, ma secondo il governatore Toti "non c'è nessuna barca che sta affondando".
"Le diverse modalità presenti sono una scelta fatta per andare incontro alle esigenze dei territori. Il sistema delle prenotazioni è misto ed è normale che, a fronte dell'ansia di iscriversi da parte di molti, ci siano duplicazioni di prenotazioni. Ora però - è l'appello lanciato dal presidente - chiediamo di non prenotare tramite canali differenti: così si occupano solamente tre slot per una sola persona. Capisco il timore di rimanere senza, ma occorre muoversi con ordine".

Toti ha poi annunciato l'imminente ampliamento delle agende di prenotazione, che in Asl 3 erano andate in esaurimento nel corso della mattinata.
Per completare la vaccinazione della platea degli ultraottantenni la Regione e Alisa contano di dover somministrare 272mila dosi (primo e secondo richiamo) e contanto sull'arrivo di 21mila vaccini alla settimana contano di chiudere questa fase della campagna entro la fine di maggio. Se arriveranno più vaccini ci sarà un aumento degli slot e della macchina organizzativa e si cercherà di accelerare. Se invece, come pare più probabile, ci saranno dei rallentamenti nelle forniture, ci saranno ritardi fisiologici.

Dal primo marzo, inoltre, le persone iscritte alle liste di disabilità saranno contattate dalle Asl per stabilire la data di somministrazione a domicilio.

"Con l'allargamento delle agende può accadere che chi prenotato dopo finisca per avere un appuntamento prima di altri. Questo accade anche per le rinunce che stanno avvenendo da parte di chi ha effettuato più prenotazioni. Ovviamente si tratta di un'iniquità legata alla legge dei grandi numeri. Nelle prossime settimane vedremo se ci saranno situazioni di particolare ingiustizia e porremo rimedio", ha concluso Toti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News