Città della Spezia Liguria News Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 20 Febbraio - ore 18.10

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Undici Comuni spezzini tra i 'Ricicloni', guida Follo

Ma la fotografia di Legambiente registra dati del 2016. E qualcosa (in meglio) è cambiato, da allora.

Undici Comuni spezzini tra i 'Ricicloni', guida Follo

La Spezia - Sono 63 (contro i 32 del 2015 e i 16 del 2014) i Comuni che hanno raggiunto e superato la percentuale del 65% di raccolta differenziata dei rifiuti urbani nel 2016. Sono i dati della campagna Comuni Ricicloni presentati alla prima edizione di Ecoforum Rifiuti, che si è svolto nella Sala della Trasparenza della Regione Liguria il 15 gennaio 2018 e in presenza di ospiti istituzionali e del mondo delle imprese.
"La lumaca finalmente si è svegliata - sottolinea Santo Grammatico, presidente di Legambiente Liguria - .La nostra regione alla fine ha cominciato a muoversi e non per caso, visto che sin dalle nostre osservazioni presentate, ad esempio, nel 2014 in sede di elaborazione del Piano Regionale della Gestione dei Rifiuti o per la Valutazione Ambientale Strategica in atto sui Piani d’Ambito delle varie Provincie abbiamo chiesto insistentemente di adeguare gli obiettivi di raccolta e riduzione dei rifiuti, allora troppo bassi".
"Ma oggi la sfida" prosegue Grammatico, "è quella dell'economia circolare e cioè: pianificazione, evoluzione e successo delle filiere capaci di portare a nuova vita i nostri materiali di scarto. L'Ecoforum, la cui prima edizione presentiamo oggi, è l'alleanza necessaria tra Istituzioni, società civile e imprese che può portare a quel risultato".
Diversi gli interventi del mondo imprenditoriale all'Ecoforum rifiuti, tra cui Luca Piatto (CONAI), Emanuele Farnatale (Liguroil), Davide Callegaro (Riciclia) e Alberto Confalonieri (Consorzio Italiano Compostatori).
Affiancati dai funzionari della Regione Liguria e con le conclusioni dell'Assessore regionale all'ambiente Giacomo Giampedrone.
Ma numerose sono state anche le presenze delle Amministrazioni comunali premiate dalla campagna Comuni Ricicloni, in uno scenario di netto miglioramento: i dati del censimento rifiuti per l’anno 2016 hanno evidenziato, sul territorio ligure, una percentuale complessiva della raccolta differenziata del 43,19%, che, pur distante dall’obiettivo del 65%, previsto dalla normativa nazionale, rappresenta una buona crescita rispetto al 38,63% del 2015 ed al 35,90% del 2014. I dati per il 2017 stanno peraltro rilevando una accelerazione di questa tendenza positiva.
Tra i vincitori assoluti 2017 cinque Comuni del savonese superano l'80% di differenziata (Giusvalla, Giustenice, Cosseria, Cairo Montenotte e Garlenda). Per i Comuni con più di 15mila abitanti, Sestri Levante si attesta al 1° posto (14° nella classifica generale) con oltre il 75%, seguito da Chiavari con oltre il 63%. In coda Genova e Ventimiglia, con rispettivamente quasi il 33% e il 27%.
"Gli aumenti più sensibili, dal 30 al 50% in un solo anno - conclude Grammatico - sono avvenuti in quei Comuni dove la cittadinanza è stata avvicinata con metodi più efficaci come il porta a porta, la creazione di isole ecologiche mobili e fisse o favorendo sistemi di riuso e scambio. Basi importanti per rilanciare un'alleanza tra istituzioni e cittadini, per sostenere la crescita di un'economia dove i rifiuti, da prodotti di scarto, possano essere trasformati in materia prima seconda, con risparmio per le casse pubbliche, meno inquinamento e più pulizia nelle nostre città".
L'Ecoforum è stato organizzato da Legambiente Liguria con la collaborazione della Regione Liguria, e il sostegno di CONAI, Consorzio Italiano Compostatori, Liguroil e Riciclia.

E a Spezia che si dice?

Il valore generale dell'analisi proposta da Legambiente un po' si perde andando a scandagliare nel locale. Questo perché i numeri presentati oggi sono riferiti al 2016, ma negli ultimi due anni diversi Comuni hanno dato il via alla raccolta 'porta a porta' per onorare standard di differenziata degni dei nostri tempi. Ad ogni modo, la rilevazione 2016 vede il Comune di Follo come primo di quelli spezzini (nono a livello ligure) con oltre il 77 per cento di rifiuti raccolti in maniera differenziata. Seguono Castelnuovo (76.8%), Carro (76.56%), Ortonovo (73.57%), Ameglia (72.63%), Levanto (69.49%), Carrodano (69.39%), Rocchetta (§69.38%), Arcola (66.52%), Framura (66.39%), Santo Stefano (66.18%). Gli altri sono dati sotto il 65 per cento, ma, ripetiamo, si tratta di un'immagine non freschissima. Per esempio Lerici, uno dei Comuni più in vista del territorio provinciale, è dato al 48%, quando invece la percentuale nel 2017 si è tenuta sul 70 per cento per l'avvio e il consolidamento della domiciliare. A livello provinciale, guida lo Spezzino con un 53.66 per cento contro il 49 di Savona, il 39 di Genova e il 38 di Imperia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia










I SONDAGGI DI CDS

Matteo Salvini ha proposto la reintroduzione della leva obbligatoria per i giovani maschi. Tu che ne pensi?
































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News