Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 21 Agosto - ore 00.20

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Una sala multimediale e un ristorante per il Castelletto genovese di Porto Venere

Da mercoledì 2 agosto sarà disponibile il bando per la gestione della storica struttura che sorge vicino a San Pietro. Il sindaco Cozzani: "Completiamo così un progetto di riqualificazione di tutto il promontorio".

Una sala multimediale e un ristorante per il Castelletto genovese di Porto Venere

La Spezia - Il castelletto genovese di Porto Venere diventerà uno spazio multimediale con annessi bagni pubblici e ristorante con vista mozzafiato. E' questa la nuova mossa del Comune per completare il progetto di riqualificazione del promontorio. Per fare diventare realtà l'ipotesi il Comune di Porto Venere, assieme ad Ire, ha redatto un bando di gara che sarà reso pubblico mercoledì 2 agosto e scadrà il 20 ottobre.
La spesa complessiva, che conta i lavori di adeguamento strutturale e la riqualificazione dell'intera contano una spesa di 1milione e centomila euro. Tutto il piano d'azione è stato presentato oggi. Ad illustrare il progetto sono stati il primo cittadino Matteo Cozzani e Paolo Piacenza di Ire
"Il bando per la riqualificazione è pronto - ha detto il sindaco Cozzani -. L'edificio è rimasto abbandonato per 30 anni e in base al federalismo demaniale oggi è di proprietà del Comune. All'interno del programma di valorizzazione siglato nel 2012 c'era questa struttura, ex caserma dei carabinieri, per la quale è prevista la riconversione della stessa. Grazie ad Ire e alla Regione Liguria, attraverso Filse, il Comune di Porto Venere ha acquisito un finanziamento di circa 50mila euro con il quale abbiamo redatto uno studio di fattibilità economico e tecnica, in questa fase anche con il supporto dell'Università di Genova.
In un primo momento il progetto era molto diverso, perchè si pensava che a livello strutturale sembravano necessari degli interventi molto dispendiosi. L'università di Genova ha svelato che in realtà il castelletto richiede interventi strutturali minori rispetto al previsto, infatti sarà necessaria soltanto un'opera di consolidamento del valore di 250mila euro.
"L'intervento di recupero - ha proseguito il sindaco - dell'edificio consiste nel trasformare i tre livelli. Al piano zero abbiamo progettato una sala multimediale a disposizione del Comune e un punto di avvistamento delle onde. Saranno presenti anche un punto di informazioni per il parco, due bagni pubblici. Il piano uno e la terrazza saranno dedicate al turismo e alla ristorazione. Questa operazione si farà con il capitale privato grazie ad un project financing, uno dei primi di questo genere. La progettazione è partita due anni fa e in corso d'opera, con il cambio del codice degli appalti, abbiamo adeguato la proposta. Abbiamo già acquisito tutti i preventivi degli enti per poter mettere sul mercato questo bando".
Il bando verrà pubblicato mercoledì 2 agosto e prevede una gestione di 16 anni con il vincolo che per dodici giorni all'anno il Comune possa utilizzare lo spazio. Il privato dovrà occuparsi della ristrutturazione e al termine della gestione il Comune sceglierà cosa farne.
"Questo è l'unico modo per recuperare l'immobile - ha aggiunto il sindaco -. Se non avessimo intrapreso questa iniziativa avremmo corso il rischio di perdere definitivamente il castelletto, che era abbandonato da tre decenni. Speriamo dunque che il mercato recepisca la bontà di questo progetto. Probabilmente il ristorante, con 80 posti, che verrà dovrà essere di altissimo livello. Se non ci saranno rallentamenti presumiamo che una volta completato l'iter di verifica delle offerte e di aggiudicazione entro il primo semestre del 2019 il castelletto sarà pronto restituiremo così a tutta Porto Venere uno dei suoi simboli".
Paolo Piacenza amministratore unico di Ire ha illustrato l'iter per la redazione del bando. "E' un'importante collaborazione quella con il Comune di Porto Venere, per la prima volta anche in virtù del nuovo codice degli appalti, un provvedimento di valorizzazione fondamentale".



© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure