Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 03 Dicembre - ore 07.33

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Una colletta di salvataggio, Pandora chiama a raccolta | Foto

Navigazione, recupero e manutenzione: ovvero cultura del mare tout court con un’attenzione all’aspetto sociale. La chiamata d'aiuto dell'associazione spezzina, raccontata dai giovani associati.

su gofundme
Una colletta di salvataggio, Pandora chiama a raccolta

La Spezia - Quale spezzino ha mancato di soffermarcisi davanti, fantasticando sui personaggi che l’hanno guidata, sui mari che l’hanno vista stagliarsi nella sua inconfondibile forma! Come gli adulti anche e soprattutto i più piccoli la guardano con ammirazione, rapiti da quell’aspetto antico che la rende unica nel suo genere, “matrona” di una serie di gozzetti a vela latina che le stanno a fianco come pulcini vicino alla chioccia. Sono le unità naviganti dell'Asd VelaTradizionale, fondata nel 2012, di cui la goletta Pandora è ammiraglia. Le attività associative si riassumono in pochi punti chiave: diffusione della cultura del mare, navigazioni didattiche rivolte ai soci, con dedizione a bambini e disabili, attività di recupero delle barche secondo i metodi tradizionali.

“L'idea, che all'estero è consolidata, è semplice: a bordo della barca, l'equipaggio è tenuto a collaborare secondo dinamiche di team - spiegano i giovani associati - importante valore per un gruppo di ragazzini che imparano, così, a divertirsi rispettando le regole di bordo e a lavorare insieme, navigando a vela come una volta. Le stesse crociere, vissute da soggetti con diverse abilità, offrono spazio all'esplorazione delle proprie capacità ed alla socializzazione; il tutto svolto di concerto con le Associazioni di settore”.

Le esperienze in mare vanno di pari passo con l'attività di recupero e manutenzione. E’ da qui che, in realtà, si parte perché “un conto è navigare su una barca in quanto socio, un altro è metterci le mani e, solo dopo, utilizzarla in mare. Cambia tutto e dà il senso di ciò che fai”. VelaTradizionale procede infatti al recupero di gozzi considerati perduti: così alla navigazione in barca, si affianca l’apprendimento dell’arte di lavorare il legno, competenza rara al giorno d'oggi, e rappresentata in associazione da un giovane Maestro d’ascia, Cesare Cortale. Attraverso la collaborazione con il Polo Universitario Marconi, i laureandi hanno portato a termine tirocini e tesi di laurea. “Riteniamo importante la presenza di una realtà come questa, sul territorio, per preservarne le tradizioni legate al mare” - continuano i promotori.
Quest'anno anche l'associazione si trova in difficoltà economiche: così i soci hanno lanciato una colletta, condizione necessaria per non costringere i giovani ad interrompere le attività. “È importante che VelaTradizionale sopravviva a questo difficile momento storico, e che continui ad arricchire il nostro Golfo con le sue attività”. In questi giorni è partita una raccolta fondi secondo il metodo del crowdfunding. Chi volesse donare può cliccare qui o sui canali social di Vela Tradizionale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Fotogallery

Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News