Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 18 Giugno - ore 18.04

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Una "blogger house" in pieno Umbertino per farsi scoprire dalle star del web

Un appartamento aperto ai "travel tellers" da ottobre a marzo: ospiti della Spezia a patto di raccontarla attraverso i social.

offre la tassa di soggiorno
Una "blogger house" in pieno Umbertino per farsi scoprire dalle star del web

La Spezia - La foresteria 2.0 nascerà nel cuore del Quartiere Umbertino. A due passi dalla stazione centrale, ma la posizione questa volta non è concepita come strategica per salire sui treni che portano alle Cinque Terre. Questa volta è il centro storico della Spezia e le mille storie che racchiude nel quale il visitatore dovrà immergersi, per poi raccontare il capoluogo fuori stagione attraverso blog e social network. Per questo l'ospitalità sarà riservata ai "guru del viaggio" del web, almeno a quelli che riusciranno a rientrare nel bando che Palazzo Civico sta confezionando in queste settimane.
"Da quando abbiamo costituito il Tavolo del turismo ci siamo riuniti sette volte con gli operatori per stabilire come spendere il denaro della tassa di soggiorno - spiega Paolo Asti, assessore al Turismo - E così ci è venuta in mente un'idea. Provare a fare una Blogger House utilizzando la casa dedicata solitamente per la cooperazione internazionale, quella che serve per ospitare gli ospiti da Bayreuth e da Tolone per intenderci. Da ottobre fino a marzo è molto spesso vuota, allora in quel periodo chiederemo ai blogger di viaggio di venire a soggiornare gratuitamente. A patto di fermarsi in città e raccontarla attraverso le loro sensibilità e i loro strumenti".

Due stanze da letto, una cucina, uno studio. Una nuova connessione wi-fi e anche un tocco di creatività. "Ce lo metteranno i ragazzi del liceo artistico, a cui vorremmo chiedere di decorare la casa con temi legati al territorio - continua Asti - C'è un mondo di servizi, di cultura, di identità del luogo da raccontare. Un modo innanzitutto per allungare la stagionalità del turismo. Ma anche un modo per dire a chi viene a visitare le Cinque Terre o le altre località del golfo che si può stare un giorno in più e vivere il capoluogo".
In autunno poi sarà organizzato un workshop di active leisure, ovvero quel turismo esperenziale che ora è la formula più ricercata sul mercato. L'ombrellone regge in Italia, altrove è già il passato. Una parte sarà dedicata al B2B invitando sellers dal Nord America e dal Nord Europa e buyer locali. Hanno detto sì i Comuni della Spezia, Porto Venere, Riccò del Golfo; invitati anche Lerici e il Parco delle Cinque Terre da cui si aspetta una risposta. "Proporremo una parte esperenziale legata ai territori: i vigneti delle Cinque Terre oppure le veleggiate nel golfo. Perché vendere le acciughe di Cadimare fuori dal territorio, quando possiamo ospitare un visitatore due giorni e fargli fare un'uscita in barca, un'immersione e poi mostrargli come si lavorano e cucinano le acciughe? Questa è l'idea", spiega Asti.

A proposito di turismo attivo, oltre alla Ciclopolitana già presentata negli scorsi giorni, si registrano passi avanti anche per il Parco delle Mura urbane. "Abbiamo raggiunto un accordo tra operatori e Cai: stamperemo cartine da distribuire, mentre il Club Alpino porterà gli escursionisti sui sentieri recuperati in collina". Con Turismo e Futurismo invece "valorizziamo la nostra identità, puntando a spingere i turisti a rimanere uno o due giorni in più per visitare la Spezia insieme al resto delle località del golfo e della riviera. Oggi facciamo 280mila arrivi per quasi 500mila presenze, quindi ognuno rimane quasi due notti. Lo scopo sarebbe far rimanere i visitatori una notte in più".
Ultimo fronte si apre con la possibilità che la Spezia diventi home port di alcune importanti compagnie crocieristiche a partire dal prossimo anno. "Dobbiamo invogliare chi si imbarcherà qui ad arrivare uno o due giorni prima per visitare la città - traguarda Asti - Una cosa che va preparata per tempo. Questo è un aspetto che può far sì che il crocierismo porti maggiori ricadute sulla città. Gli arrivi con le navi non si traducono automaticamente in presenze, ma se investi in servizi puoi riuscire a spingere le persone a fermarsi. Oltretutto non si può rimanere indietro, perché rischi l'anno successivo che le persone decidano di imbarcarsi altrove se non gli dai buoni motivi per sceglierti".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia































La Piazza Sospesa sorgerà tra Via Diaz e il lungomare: vi piace il progetto?











Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News