Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 22 Maggio - ore 09.55

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Un premio dedicato ai profughi minori non accompagnati

Un premio dedicato ai profughi minori non accompagnati

La Spezia - Il 15 febbraio alle ore 17 presso la Sala multimediale di Teleliguria Sud si terrà la premiazione della seconda edizione del concorso letterario Fra gli Ultimi del Mondo, indetto dall'Associazione Percorsi, che organizza ogni anno il Premio Montale Fuori di Casa giunto quest’anno alla sua XXIII edizione.
Il concorso, spin off della Sezione Mediterraneo del Premio, quest'anno è dedicato ai profughi minori non accompagnati.
Dopo i saluti di Adriana Beverini, Presidente dell'Associazione Percorsi e di Barbara Sussi, Vicepresidente del Premio Montale Fuori di Casa, interverrà Brando Benifei, Eurodeputato, Membro della Commissione per l’occupazione e gli affari sociali e Relatore al Parlamento europeo di diverse iniziative sui minori non accompagnati.
Paolo Stefanini, Presidente della giuria del Concorso, introdurrà le due Premiate ex aequo: Anna Di Giusto con la prosa “La Fronda” e Antonella Iacoponi con la poesia “La piccola mano”.
Sarà presente all'evento il giornalista inviato di TV2000 Maurizio Di Schino, testimonial del Concorso, che riceverà il Premio Speciale “Fra gli Ultimi del Mondo” 2018.
Di Schino, che nel 2002 ha ricevuto il Premio Montale Fuori Casa per la Sezione Giornalismo, parlerà della propria missione anche illustrando alcuni suoi reportage dai paesi del sud del mondo.
Verranno lette le poesie dei finalisti presenti all’evento i cui testi sono stati pubblicati, assieme a quelli delle vincitrici, nell’Antologia Fra gli ultimi del Mondo – Vol. 2.

Anna Di Giusto si forma in Filosofia e in Antropologia presso le Università di Trieste e Udine.
A 30 anni prende sul serio l'insegnamento di Heidegger (vivere ogni giorno come fosse l'ultimo) e si trasferisce nella Culla del Bello, Firenze. Qui continua a insegnare, ma a questa attività affianca ben presto la ricerca antropologica in Calabria, dove viene a contatto con numerose realtà di accoglienza dei richiedenti asilo.
Collabora lei stessa al progetto della Casa della Poetessa di Riace con laboratori di Philosophy for Children. Viene invitata da diverse Università (Lisbona, Oxford, Dublino, Londra, Bruxelles, Budapest e altre) per illustrare il valore interculturale dei laboratori d'arte attivati a Riace e Camini. Nel contempo si cimenta con la scrittura drammaturgica in testi che trattano di musica, filosofia e artiste (Udine, Firenze), e con concorsi video, premiati sia in Italia (Bergamo, Saint-Vincent) che all'estero (Varsavia, Budapest).
Nell'estate del 2018, si decide infine a partecipare ai concorsi letterari, e in tre mesi riceve otto premi. 

Antonella Iacoponi , laureata a pieni voti in giurisprudenza, vive e lavora nel pisano presso un ente locale. Ha sviluppato la passione per la scrittura frequentando un corso in preparazione al concorso in magistratura.
Collabora continuativamente, con saggi, racconti e poesie, al trimestrale on line Giovani del 2000, e all'audiorivista Il ponentino, a cura dell'Unione Italiana Ciechi, nonché, saltuariamente, ad altri periodici e alle trasmissioni di Slash Radio, la web radio dell’Unione Italiana Ciechi.
Ha all'attivo tre raccolte di poesie, intitolate I sogni nel cassetto (ed. Lulu.com, 2011), I sussurri del cuore (2014), Oltre Che tutto sia poesia (2017) ed ha conseguito numerosi riconoscimenti, presso importanti premi letterari, tra cui la Medaglia della Presidenza della Repubblica, nell’ambito del xxv Concorso Letterario Internazionale “Giovanni Gronchi”. Cerca di infondere nelle sue composizioni la luce degli interessi che colorano la vita: teatro, letteratura, storia, mitologia, l'amore per la natura, il pianoforte e lo studio delle lingue straniere, affinché tutto divenga poesia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News