Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 22 Febbraio - ore 14.11

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Tutela e autonomia, il Consorzio dei produttori spezzini diventa operativo

Ne fanno parte 61 aziende vinicole su 80. Il presidente Marcesini: "Tutti avranno pari dignità. Dobbiamo essere consapevoli della nostra importanza".

dai Colli di Luni al resto della provincia
Tutela e autonomia, il Consorzio dei produttori spezzini diventa operativo

La Spezia - Autonomia decisionale e tutela di tutte le aziende indipendentemente dalla loro dimensione. Sono questi alcuni degli obiettivi del “Consorzio di tutela e valorizzazione dei vini Dopo e Igp Colli di Luni, Cinque Terre, colline di Levanto e Levante Ligure” che questa mattina nell'area degli scavi di Luni ha vissuto il suo atto ufficiale di massima funzionalità di fronte al notaio Gennaro Chianca e a molti dei produttori coinvolti. Il Consorzio, che avrà sede presso il Pallodola di Sarzana, raccoglie infatti 61 delle 80 presenti in Provincia per una ripartizione tra le denominazioni del suo “parlamentino” che vede 310 etichette per il Colli di Luni, 93 della Liguria di Levante, 73 delle Cinque Terre e 19 delle Colline di Levanto.

“Ringrazio tutti coloro che hanno partecipato attivamente consentendoci di arrivare a questo risultato – ha sottolineato il presidente Andrea Marcesini – il Consorzio riparte con l'obiettivo di dare a tutti pari dignità, tutelare anche le realtà più piccole del nostro territorio e garantire l'autonomia di ogni denominazione. Dobbiamo essere orgogliosi e fare tesoro di questa giornata – ha aggiunto – perché per la prima volta dal 1998 ad oggi vedo riunite la maggior parte delle aziende dei vini spezzini. Grazie alla spinta iniziale delle quattro associazioni di categoria siamo riusciti a riunire tutto il territorio e da oggi saremo noi a decidere per le nostre sorti senza decisioni o normative piovute dall'alto. Dobbiamo essere consapevoli della nostra importanza”. Come evidenziato dal direttore Giorgio Baccigalupi infine, il Consorzio si attiverà ora per l'organizzazione del sistema di controlli sulle denominazioni e l'imbottigliamento in fase di commercio e decidere l'organismo di controllo. “L'allargamento della Doc dei Colli di Luni? Apriremo una discussione in merito – ha concluso – auspicando anche un pieno dialogo fra Consorzio ed Enoteca Regionale”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News