Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Domenica 19 Maggio - ore 21.16

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Troppi anziani feriti. Il sindaco vieta i palloni in Piazza Garibaldi

Peracchini ha firmato l'ordinanza e rilancia sull'area sgambatura: "Non bisogna avere paura, faremo un buon lavoro".

sicurezza, protocolli, divieti
Troppi anziani feriti. Il sindaco vieta i palloni in Piazza Garibaldi

La Spezia - Troppe pallonate agli anziani che in alcuni casi hanno riportato delle fratture. Scatta dunque l'ordinanza, firmata in queste ore dal sindaco della Spezia Pierluigi Peracchini, che vieta tassativamente l'utilizzo del pallone nella centralissima Piazza Garibaldi.
"Nei prossimi giorni uscirà questa ordinanza - ha spiegato il sindaco - . Purtroppo molti anziani sono stati colpiti riportando anche delle lesioni. Dobbiamo avere rispetto per il prossimo e per tutti. Non si gioca in una piazza di pregio artistico come quella. Si va a giocare negli spazi giusti e in modo regolato. Anche questo è un piccolo passo verso una convivenza più civile".
Questo spunto è emerso nel corso della presentazione del protocollo presentato questa mattina in Comune che vede il coinvolgimento dei volontari della protezione civile Anps e dell'Associazione Nazionale Polizia di Stato, per le quali erano presenti Mario Bertoncini e Lucio Lecci, che a turni di quattro ore veglieranno le zone potenzialmente critiche della città: parchi, aree verdi e giardini.
Ed è in questo contesto che il sindaco ha rimarcato la scelta della sgambatura per i cani a pochi passi dal Centro Allende. "Non c' d'aver paura, faremo una cosa fatta bene - ha esordito il primo cittadino -. L'area è molto ampia dove chiaramente i bambini avranno tutto lo spazio possibile e se ce ne fosse necessità saremo pronti a recintare l'area. Il provvedimento si è reso necessario perché all'imbrunire accadevano dei fenomeni di spaccio di droga. La decisione è stata presa assieme alla Sovrintendenza e quindi farla diventare una zona di sgambatura".
Tornando al protocollo firmato stamani sottoscritto dal Comune con il Gruppo Protezione Civile Anps Sezione della Spezia “Armando Femiano”, che si aggiunge al percorso già attivo con l'amministrazione, si concentrerà su un'osservazione periodica dei parchi pubblici della Città della Spezia delle aree verdi cittadine e dei giardini pubblici onde assicurare idonea tenuta, accessibilità e fruizione da parte dell’utenza con particolare riferimento alle fasce deboli della popolazione.
Un altro punto messo in evidenza dall'accordo prevede la valorizzazione dell’ambiente urbano e dei beni patrimoniali insistenti in tali aree e la promozione a fini culturali e turistici di tali aree anche in considerazione dell’incremento del flusso turistico che caratterizza l’ambito cittadino.
Il percorso dei volontari sarà garantito dal 1 aprile al 31 ottobre. Il protocollo prevede anche il coinvolgimento del comando di Polizia municipale ed eventuali altri Uffici Comunali interessati alle finalità dello stesso con l’Associazione Nazionale Polizia di Stato che organizza tale servizio di volontariato civico. Il gruppo volontari di Protezione Civile Anps darà disponibilità alla partecipazione dei volontari, o di loro referenti all’uopo individuati dall’ANPS, a periodiche riunioni presso il Comando di Polizia Municipale allo scopo di monitorare gli esiti del servizio, adeguare eventualmente obiettivi e modalità di operazione.
Infine al comando della Municipale compete il coordinamento del servizio di volontariato civico oggetto del presente protocollo previe intese con Anps, il monitoraggio degli esiti e il controllo sulle attività che vengono svolte.
Il comandante Alberto Pagliai ha commentato: "Nel monitoraggio delle aree che verranno interessate dal controllo avremmo contatto diretto con i volontari che nel momento in cui noteranno delle anomalie, al malfunzionamenti ad esempio in un'area giochi a persone sospette, entrerà in funzione un canale diretto che permetterà a noi di entrare subito in azione".
"Le fasce deboli - ha aggiunto a margine l'assessore alla Sicurezza Gianmarco Medusei - sono una nostra priorità. Vogliamo presidiare, sulla falsa riga del nonno civico, e mappare tutte le aree di interesse sulla possibile presenza di pericoli. La presenza delle divise è un deterrente al crimine".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News