Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Domenica 18 Novembre - ore 23.17

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Tre scuole dell'infanzia comunali pronte a diventare statali

Lo ha deciso la giunta spezzina approvando un piano di organizzazione della rete scolastica. Gli asili in questione sono quello dei Vicci, quello di Melara e quello di Valdellora.

A partire dal prossimo anno scolastico
Tre scuole dell'infanzia comunali pronte a diventare statali

La Spezia - L'assunzione di sette docenti da parte del Miur poco prima dell'inizio dell'anno scolastico ha evidenziato ancora una volta le criticità dell'organico con il quale vengono coperte le ore di lezione all'interno delle scuole comunali di primo grado. Non si è trattato di un fulmine a ciel sereno, ma questa volta le difficoltà per garantire il regolare svolgimento dell'avvio dell'anno scolastico sono state molte. E la probabilità di trovarsi nella stessa condizione tra un anno ha portato l'assessore all'Istruzione, Giulia Giorgi, e gli uffici comunali a proporre alla Direzione scolastica regionale la riorganizzazione della rete scolastica cittadina, trasformando alcune scuole dell'infanzia a gestione comunale in scuole statali, iniziativa già realizzata con successo a Genova.

"Abbiamo avviato la richiesta di statalizzazione - spiega Giorgi a CDS - per tre scuole, nella fattispecie le scuole dell'infanzia dei Vicci, di Melara e di Valdellora. Quando il Miur ci ha comunicato l'assunzione delle sette insegnanti ci siamo attivati per attingere dalle graduatorie, ma in vista del prossimo anno abbiamo deciso di prendere questa strada, anche per evitare che qualche scuola comunale rimanesse sguarnita di insegnanti e finisse per essere privatizzata".
Le docenti sono state assunte con riserva, ma difficilmente compieranno un percorso inverso, così è stata avanzata la proposta, che la Direzione scolastica regionale ha accettato, con la riserva di verificare la disponibilità di personale statale. Cosa che sarà resa nota a inizio 2019.

La revisione prevede che la scuola dell'infanzia dei Vicci e quella di Melara diventino statali a partire dall'anno scolastico 2019/2020 con l'inserimento, rispettivamente nell'Isa 4 e nell'Isa 8, mentre la scuola dell'infanzia di Valdellora dovrebbe seguire la stessa sorte dall'anno scolastico seguente, venendo accorpata nell'Isa 5.
"La scuola dei Vicci - prosegue Giorgi - è stata scelta perché gestita con personale di una cooperativa e dunque per riportarla interamente sotto gestione pubblica, mentre a Melara da anni si sperimentano problemi di organico. La scuola dell'infanzia di Valdellora non presenta criticità sotto questo punto di vista, ma non è compresa in un polo capace di garantire continuità dal nido alla scuola dell'infanzia. Il progetto è stato valutato positivamente anche per questo: per il miglioramento della qualità e della continuità dell'offerta didattica".

A breve, dunque, il piano dovrebbe entrare in vigore e l'amministrazione comunale sarà prima di tutto impegnata nell'accompagnamento delle famiglie dei bambini iscritti nelle tre scuole: assisteranno a un cambio del personale e alla scomparsa delle rette, ma servizi come la mensa e il trasporto rimarranno comunali.
E' pronta a cambiare anche la mappa delle scuole dell'infanzia cittadine, che oggi vede il Comune gestire 9 asili nido e 6 scuole dell'infanzia alle quali sono iscritti 412 bambini sul totale dei 2.090 iscritti a scuole dell'infanzia presenti sul territorio comunale.

La delibera approvata lunedì dalla giunta comunale sarà ora discussa in commissione prima di approdare in consiglio comunale.
"Abbiamo dovuto fare una corsa contro il tempo per essere sicuri di chiudere tutto il processo entro la fine del 2018, per questo interpelliamo i commissari solo in un secondo momento. Ma ho già chiesto al presidente della commissione Pubblica istruzione, Marco Frascatore, la convocazione di una seduta", conclude Giorgi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News