Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 17 Agosto - ore 17.31

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Trasporto pazienti, a rischio 44 posti di lavoro dopo sentenza del Tar

Accolto il ricorso di Anpas ma i dipendenti di Italy Emergenza temono il licenziamento a novembre. Rezzaghi Uil: "Intervengano le istituzioni, pronti anche allo sciopero".

Trasporto pazienti, a rischio 44 posti di lavoro dopo sentenza del Tar

La Spezia - Sono ore di apprensione per i 44 lavoratori della Italy Emergenza, azienda privata che si occupa per Asl5 del trasporto dei pazienti sia all'interno dei reparti del Sant'Andrea che fra l'ospedale spezzino ed il San Bartolomeo di Sarzana. Lunedì infatti il Tar della Liguria si è pronunciato in merito al ricorso presentato da Anpas assieme a 18 pubbliche assistenze provinciali che ritenendole “abili” allo stesso tipo di servizio. “Tutto è nato a fine ottobre 2016 – spiega il rappresentante sindacale della Uil Luca Rezzaghi – con la scadenza del contratto. In attesa del nuovo bando i lavoratori avevano poi ricevuto una lettera di pre licenziamento a dicembre e quindi una di licenziamento a marzo seguite da incontri con Regione e Comune ai quali abbiamo chiesto garanzie precise con un appalto-ponte e l'inserimento di una clausola di emergenza con l'assicurazione per i dipendenti di essere riassorbiti. A due giorni dall'apertura delle buste – spiega ancora Rezzaghi è invece arrivato il ricorso di Anpas che secondo una delibera del 2006 rivendicava la precedenza per le associazioni di volontariato”.

Come detto la decisione del tribunale amministrativo ha messo tutto in discussione, in particolare il futuro dei dipendenti: “Decadendo la clausola sociale – sottolinea il sindacalista – la proroga di Asl si fermerà al prossimo novembre, dopodiché saranno tutti licenziati. Si tratta di persone di grande esperienza, con tutti gli attestati e che svolgono il servizio con grande competenza. Per questo – conclude – chiediamo l'intervento delle istituzioni ed il mantenimento dei livelli occupazionali, siamo pronti anche ad azioni di protesta come scioperi e manifestazioni”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure