Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Domenica 20 Settembre - ore 11.35

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Trasferimento dei seggi in Via Napoli, gli elettori protestano

Gli spezzini iscritti ai seggi 8, 10, 12 e 14 dovranno andare alle urne alla De Amicis, invece ha al Chiodo, dove sono in corso i lavori. Lamentele

Verso il voto

La Spezia - Montano le polemiche per il trasferimento dei seggi elettorali di centinaia di spezzini in Via Napoli, all'interno del perimetro nel quale la Regione ha ordinato un divieto assoluto di assembramento.
Come è noto domenica 20 e lunedì 21 settembre gli elettori saranno chiamati alle urne per il rinnovo dell'amministrazione regionale, per il referendum confermativo della riduzione dei parlamentari e, a Lerici e Levanto, per il rinnovo del consiglio comunale e l'elezione diretta del sindaco. Il tutto con disposizioni particolari per quanto riguarda eventuali stati di contagio o misure restrittive (leggi qui).

Le lamentele, però, sono circoscritte al comune capoluogo, quello maggiormente colpito dall'impennata di contagi in provincia.
Il problema nasce dall'indisponibilità dei locali dell'istituto Domenico Chiodo di Via XX settembre 149, a causa dell'adeguamento strutturale in corso.
Per questa ragione gli elettori iscritti nei seggi 8, 10, 12 e 14 nel fine settimana verranno spostati presso il plesso scolastico della scuola primaria "Edmondo De Amicis", in Via Napoli 144.

“Ho sempre votato presso l'istituto Chiodo ora in ristrutturazione. Abbiamo trovato cartelli appesi all'interno dei nostri portoni che informavano circa il nostro seggio spostato nella scuola De Amicis di Via Napoli, ora zona arancione. In questo modo mi impedite il diritto di voto. Io - afferma Clara Caligiani, residente in Via XX settembre - non vado a votare nella zona Covid. Zona delimitata dal Comune della Spezia e dal sindaco. Mi dispiace molto non poter votare (non mi è mai successo). Credo che dispiaccia di più a voi che un cittadino non possa esprimersi nel rispetto delle libertà censita dalla Costituzione senza rischiare di ammalarsi. Spero che possa valutere questa situazione di rischio alla quale non vorrà esporre altra parte della cittadinanza non residente in zona limitata".

Arriva da Via del Prione, invece, la voce di Mirco Mandato: "Lo spostamento dei seggi in Via Napoli, in quella che per tutti è una zona rossa, è un'eresia. In quell'area sono vietati gli assembramenti ma non si capisce bene come sia possibile che alle persone che già devono recarsi a votare in quei seggi se ne aggiungano anche altre che, come me, potrebbero essere indirizzate in seggi alternativi come Piazza Verdi. E non sono certo l'unico ad essere rimasto sbigottito da questa scelta".

Insomma gli strascichi dell'ordinanza emessa dal presidente della Regione, Giovanni Toti, sembrano poter andare a incidere, in maniera più o meno giustificata, anche sull'esercizio del diritto di voto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News