Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 30 Ottobre - ore 20.25

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Toti: "Risultati concreti delle misure dalla prossima settimana"

Il presidente della Regione e l'assessore Giampedrone alla Spezia per fare il punto della situazione. Il governatore: "Una settimana per un tampone? La media è di 72 ore, ma ci possono essere disguidi".

la conferenza stampa

La Spezia - "Non c'è stato alcun accanimento nei confronti del quartiere Umbertino. Abbiamo seguito le tracce del sistema Geo-cov che ci dicono, casa per casa, chi sono i positivi, gli isolati, e che ovviamente non divulghiamo. Oggi abbiamo quella zona, delimitata dalle vie concordate col sindaco, dove c'è un tasso di circolazione del Covid doppio rispetto agli altri quartieri della città. Tra lì e il mare c'è un tasso un po' piu altro rispetto al resto della città e anche oggi il 50% di persone risultate positive sono di origine e nazionalità di quelle aree". Giovanni Toti cala in città e sposta fisicamente il consueto punto stampa organizzato nella Sala Trasparenza della Regione Liguria, nella sala multimediale del Comune della Spezia. E' una situazione decisamente particolare, unica nel suo genere, quella che vive la città dell'estremo levante ligure e lo stesso presidente regionale farà visita nel tardo pomeriggio all'ospedale San Bartolomeo di Sarzana, il nosocomio Covid provinciale.

Prima però un confronto con la stampa locale, che chiede lumi a proposito dell'ordinanza, dei tamponi, della situazione in ospedale: "L'efficacia della misura? Ce l'aspettiamo a partire dal 14esimo giorno dall'entrata in vigore: i primi effetti dell'uso costante della mascherina, l'opera di tracciamento, l'isolamento dei positivi, l'inturrezione di microcluster familiari... Aspettiamo qualche giorno per dire che un effetto c'è, sicuramentre la pressione sugli ospedali è coerente con i giorni scorsi e se questa calerà vorrà dire che siamo sulla strada giusta. Ma nei giorni appena trascorsi il dato dei nuovi contagi nella provincia spezzina è stato altalenante, non credo che prima della settimana avremo dati certi".

Tamponi, quanti se ne fanno e soprattutto quanto tempo intercorre tra il test e la risposta, è una delle questioni emerse nella conferenza stampa: "Il numero dei tamponi è parte della spiegazione, bisogna anche vedere dove e come si fanno: più i nostri uffici diventano bravi ad individuare i cluster, più nel lungo periodo ci saranno dei risultati".
C'è chi insiste sui tempi per il tampone, riportando testimonianze che parlano anche di una settimana di attesa dopo essere stati avvisati di aver avuti contatti con un caso conclamato: "La media è di 72 ore, poi magari ci potrà essere qualche disguido e qualcuno che sia andato più lungo o si perda. Noi garantiamo le 24 ore per i bambini a scuola, le 72 ore per gli altri, poi naturalmente ci può essere qualche caso che attende di più".
Riguardo ai posti a disposizione al San Bartolomeo: "Oggi, lo ribadisco, non stiamo parlando di fase incrementale. Al momento alla Spezia - ha spiegato il presidente Toti - i ricoverati in Terapia intensiva sono 9 su 25 posti disponibili, a livello ligure possiamo arrivare a 130 letti in rianimazione, pronti ad essere attivarti nel corso di una settimana".

Pierluigi Peracchini, sindaco della città, torna sulla necessità che tutti si attengano alle regole: "Stiamo cercando di affrontare un nemico invesibile. Forse qualuno non ha capito che abbiamo preso provvedimenti che da oggi cominciano a dare segnali concreti. Il mio appello è quello di smettere di strumentalizzare quello che stiamo vivendo, non è dignitoso umanamente e si specula sulle disgrazie. Ognuno di noi deve rispettare le regole, tutti dobbiamo fare il nostro dovere. Con Prefettura e Questura facciamo il punto quotidianamento, ma se qualcuno pensa che dietro ogni spezzino ci debba essere una forza dell'ordine non ne usciremo mai. Il segnale di oggi è positivo, deve però avere una consequenzialità". Il primo cittadino torna sulla decisione di non far partire lo scorso 14 settembre le lezioni nel comune capoluogo: "Una decisione non semplice da prendere ma siamo responsabili di una comunità. La logica è quella del contenimento del contagio, questo è il momento di essere tutti partecipi. E' toccato a Spezia e come siamo stati fortunati ma anche bravi nel passato, di fronte all'impennata positività abbiamo messe in campo tutte le decisioni proposte dagli esperti. Nessuna scelta politica, a nessuno di noi piace prendere certe decisioni. Col virus non si gioca, non è una scommessa su come si è propagato. Queste situazioni vanno gestite con nervi saldi e serietà".

A chiudere il lotto degli interventi è Giacomo Giampedrone, assessore regionale alla Protezione civile che se la prende con il vice-segretario del Pd Orlando pur non citandolo direttamente: "Definire un'ordinanza stupida è sbagliato proprio sotto il profilo della Protezione civile. Quell'ordinanza ha connotati specifici ma definirla stupida è come dire ad un cittadino di non rispettare l'allerta meteo perchè non pioverà. Quando questo avviene ad opera di persone che rappresentano ruoli istitzionali lo sbaglio è completo. La comunità spezzina ha reagito ed ottemperato alle misure messe in campo. Costantemente cercheremo di organizzare un tessuto che porti a sgravare letti di ospedale, qualora ce ne sarà bisogno. Ma già oggi soprattutto per quanto riguarda situazioni di vita privata, l'attivazione di Luna Blu e l'ex Falcomatà tra qualche giorno, ci porta a dotare le strutture della città di circa 50 posti per permettere ai pazienti di finire il percorso di posività. Strutture che si uniscono a quelle che la Protezione Civile ha messo insieme nelle altre province liguri".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News