Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 17 Dicembre - ore 21.19

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Tariffazione puntuale, da settembre i più 'ricicloni' saranno premiati

Il Comune della Spezia vara un nuovo sistema di calcolo della tassa sui rifiuti legato alla reale produzione e riduzione del residuo.

progetto sperimentale
Tariffazione puntuale, da settembre i più 'ricicloni' saranno premiati

La Spezia - Ridurre, riciclare e riutilizzare il residuo. Risparmi e sconti per chi differenzia meglio. E' questa la novità principale alla base della Tariffazione puntuale, un sistema di calcolo della Tari legato alla reale produzione di rifiuti. Dal 2019 arriverà così la tariffa puntuale per la raccolta della frazione residua dei rifiuti. Un provvedimento che punta ad incentivare la riduzione della produzione di rifiuti non riciclabili e la crescita della raccolta differenziata attraverso un maggiore riciclo delle varie tipologie di scarti.

Un modo per premiare i cittadini più "ricicloni", per diminuire la quantità di rifiuti da smaltire ed aumentare la percentuale di raccolta differenziata nella nostra città. Presentato questa mattina ufficialmente dal sindaco Pierluigi Peracchini, dall'assessore Kristopher Casati, dal funzionario responsabile del Servizio Monitoraggio e Igiene urbana, Federico Colombo. Presenti anche il presidente e amministratore delegato di Acam Ambiente Gianluigi Pagliari e Gianluca Paglia. Al progetto ha collaborato anche un gruppo di studenti del Liceo Artistico "Cardarelli", nell'ambito dell'Alternanza scuola/lavoro, che hanno realizzato un atelier di oggetti elaborati a mano e frutto del riciclo creativo di rifiuti.

"La tariffazione puntuale entrerà in vigore con il 2019 e porterà benefici in bolletta - è sicuro Casati - è fondamentale guidare i cittadini verso questa ultima rivoluzione nel sistema di raccolta differenziata. Alla Spezia lo smaltimento è di 202 euro a tonnellata, rispetto ad altri Comune dove la spesa è di 90 euro. Partiamo da una fase sperimentale che partirà il 1° settembre fino al 31 dicembre, in modo da abituare a questa novità. Verranno premiati i cittadini maggiormente virtuosi, in grado di differenziare correttamente i rifiuti e di ridurre al minimo gli scarti non riciclabili, con ricadute positive sull'efficienza del servizio e sulla diminuzione dei costi".
"Il precedente sistema - ha sottolineato l'assessore all'ambiente - calcolava la tariffa dei rifiuti in base ai metri quadri. Un metodo non equo. Con questo, prossimo alla sperimentazione, può crearsi un margine di risparmio per chi decide di conferire con il sacchetto viola e in base al numero di quelli consentiti, in base al nucleo familiare, può risparmiare. Per gli altri non c'è alcuna variazione tariffaria. Però chi ricicla di più risparmia e questo è il nostro scopo".
Proprio sul tema risparmio è entrato nel dettaglio il tecnico Federico Colombo: "Si può arrivare a una riduzione del 15 per cento, del prodotto di raccolta di rifiuto indifferenziato, con un risparmio di 300mila euro. Questo si traduce con un risparmio sulle bollette. Dalle analisi più importanti, che si prefiggono lo scopo del raggiungimento del 70 per cento, il risparmio economico sarebbe di 600mila euro. Denaro che può essere investito per un miglior servizio al cittadino".

Palazzo civico da giorni sta inviando lettere informative a tutte le utenze con le linee guida per l'applicazione della tariffazione puntuale, basate sul criterio della minimizzazione della produzione di rifiuti e sul principio dell'equità, suddivisa in utenze domestiche e non domestiche, servite dal "porta a porta" o dalle sole isole zonali. I cittadini saranno così incentivati a non gettare nell'indifferenziato rifiuti che invece dovrebbero essere gettati nell'organico o nel multimateriale leggero. Poiché le altre tipologie di rifiuti (organico, carta, plastica e metalli, vetro) non saranno a taríffazione puntuale, per i cittadini risulterà conveniente accrescere queste frazioni di raccolta differenziata, facendo al contempo anche del bene all'ambiente, visto che la produzione di rifiuti differenziati si accrescerà nella qualità, agevolandone il riuso, il recupero o lo smaltimento.

L'altra faccia di questa modifica sostanziale al servizio di raccolta per Comune e Acam è legata a educare, letteralmente i cittadini. Per l'amministratore delegato e il presidente di Acam ambiente il progetto offre anche uno spunto educativo: "La città deve essere più pulita - hanno detto - visto anche il forte interesse che sta suscitando in ambito turistico. Allo stesso tempo è fondamentale che passi il concetto che chi non rispetta le regole deve sentirsi a disagio".
Cosa succede a chi non differenzia correttamente? Il sacchetto lilla viene bollato dagli operatori e viene istituita una seconda raccolta. Se i ritiri avvengono nell'arco della mattinata il sacco "marchiato" viene lasciato lì in modo che l'utente capisca che ha sbagliato a differenziare.
"E' comprensibile che i primi tempi i cittadini possano avere qualche difficoltà - ha commentato il sindaco Pierluigi Peracchini - ma questa sfida va colta per l'ambiente e per il bene di tutti".
Nel corso della sperimentazione saranno presenti anche dei punti informativi il primo sarà dal 12 luglio al 4 agosto sarà presente uno stand al molo.

A fare da sfondo alla presentazione anche un allestimento da parte dei ragazzi del Liceo Cardarelli ai quali è stato chiesto di mostrare come si possono comunque riutilizzare rifiuti non riciclabili.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

La tabella da ricordare
Stand sacchi viola
Stand differenziata
Lo stand informativo


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News