Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 22 Maggio - ore 18.00

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Tari, delusioni e dubbi degli spezzini: "Non doveva essere puntuale?"

Alcuni dei casi sollevati dagli utenti che hanno ricevuto la fattura per il pagamento della tariffa per la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti.

Le spiegazioni dell'assessore Casati
Tari, delusioni e dubbi degli spezzini: "Non doveva essere puntuale?"

La Spezia - Dalle cassette della posta spuntano le prime cartelle per il pagamento della Tari, la tariffa per la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti. Per tutti, o quasi, l'apertura ha portato a constatare con soddisfazione la riduzione dell'importo rispetto all'anno precedente, grazie all'introduzione della tariffazione puntuale. Tutte le utenze si sono viste ridurre la spesa, sino a una massimo del 14 per cento, e poi, in base al numero di conferimenti o dei sacchetti conformi che saranno ritirati nel corso del 2019, ci sarà un aggiustamento. Il rialzo, per coloro che conferiranno più residuo del previsto, non dovrebbe comunque essere tale da andare a spendere più che nel 2018.

Come accennavamo, però, non tutti sono rimasti contenti nel leggere i numeri e le voci che compongono la bolletta.
"Mi è arrivata la fattura per il pagamento della Tari per la mia attività commerciale. Considerato che noi stiamo attuando una differenziata spinta con eliminazione completa dell'indivisibile (non usiamo né abbiamo il secchio grigio) mi aspettavo di non dover pagare nulla come tariffa relativa al rifiuto non differenziato. Al contrario invece - scrive un commerciante a CDS - ho scoperto che comunque vengono addebitati un forfettario per il residuo e un somma calcolata non so come, visto che non abbiamo né bidoni né sacchetti: il tutto per complessivi 295,49 euro su un totale di 653. In pratica, attuando la differenziata spinta (che significa a fine giornata mettersi i guanti e dividere buona parte della spazzatura) abbiamo risparmiato rispetto allo scorso anno (quando utilizzavamo ben due bidoni di grandi dimensioni per il grigio) la bellezza di una trentina di euro. Mi sento molto preso in giro da una pubblicità ingannevole che è stata utilizzata per il cosiddetto sistema di tariffazione puntuale, che tale non risulta essere visto quanto emerge nella fattura".
Abbiamo chiesto spiegazioni in merito all'assessore al Ciclo dei rifiuti, Kristopher Casati: "Il residuo è calcolo in base alla legge Ronchi del 1997: ci sono dei coefficienti di produzione in base alla categoria di produzione. Sulla parte che è legata a quel coefficiente non possiamo intervenire. Comunque, indipendente dalla tipologia di tariffa rispetto al 2018 l'importo è diminuito".

"Non vedo una gran diminuzione rispetto al 2018 e non ho preso sacchi viola in più - scrive su Facebook una spezzina, rivolgendosi allo stesso Casati -. E non ho abbandonato rifiuti. Sappiamo tutti che il nuovo metodo di raccolta del secco è partito in via sperimentale a settembre 2018, quindi una eventuale diminuzione secondo me si vedrà nel 2020 quando il sistema sarà a regime. Era proprio sciocco fare dichiarazioni di una diminuzione della tassa quando ciò, se si verificherà, si potrà attuare nel 2020! Se continuate così non so quanto consenso vi sarà confermato. Solo una curiosità: cosa si intende per parte variabile calcolata e parte variabile misurata? Una legenda era impossibile?".
Poco più di un'ora dopo la risposta dell'assessore: "In realtà la riduzione è già nella fattura del 2019, arriva fino al 14% (dipende dai componenti e dai metri quadri dell’immobile). La parte variabile calcolata è determinata in base al numero di componenti, (corrisponde alle componenti variabili della tariffa). La parte variabile misurata è in base al numero di svuotamenti della frazione residua", spiega Casati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News