Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 13 Dicembre - ore 12.00

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Sul raccordo con gli occhi aperti, incidenti frequenti

Un report analizza i sinistri sulle statali del territorio sottolineando il tratto Santo Stefano-La Spezia. Se siete sull'Aurelia, occhio alla zona di San Lazzaro, quando percorrete la Cisa prudenza all'altezza di Ponzano Magra.

i dati di aci
Sul raccordo con gli occhi aperti, incidenti frequenti

La Spezia - Sono in calo gli incidenti sulle strade spezzine nel corso del 2018 e così i feriti e i morti. Si interrompe un trend di crescita che vigeva dal triennio precedente, fotografato nello studio "Localizzazione degli incidenti stradali" dell'Automobile Club d'Italia. Numeri che continuano in ogni caso a fare impressione: 860 sinistri per 1.096 feriti e dieci decessi. La categoria più a rischio di incidente mortale sono uomini nella fascia d'età da 30 a 54 anni, nella maggior parte dei casi loro stessi alla guida della vettura nel momento fatale.
E le strade statali dove è più facile fare incidente? Quelle che conoscono il flusso maggiore di traffico ma anche quelle dove la tentazione di superare i limiti di velocità è più alta. I numeri dicono che è il raccordo La Spezia-Santo Stefano Magra che dovrebbe sempre essere percorso con gli occhi ben aperti. In particolare è la corsia verso il capoluogo ad aver conosciuto i maggiori problemi e le probabilità di dover chiamare il carroattrezzi sono particolarmente alte ai due estremi dell'asse.

Occhi aperti sul raccordo. L'analisi evidenzia i singoli chilometri più "incidentati" e colora i tratti a seconda della frequenza dei sinistri. Spicca dunque il raccordo, parte dell'autostrada A15 della Cisa, tra i km 107-108: qui nel 2018 si sono verificati ben 6 incidenti con altrettanti feriti. Stesso allarme e stessi numeri all'altro capo della direttrice veloce che congiunge il Golfo della Spezia alla Val di Magra. A ridosso dell'entrata santostefanese (km 0-1) anche in questo caso gli incidente sono stati 6 con sette feriti. La parte centrale del raccordo segnala tre incidenti complessivi lo scorso anno nel tratto ai km 102-103 e quattro in quello seguente (km 103-104).
Statale Aurelia. Più ci si avvicina al confine con la Toscana e maggiori sono i rischi sulla SS1 Aurelia. Tre gli incidenti avvenuti all'altezza di Dogana e due verso Sarzanello, ma il tratto da bollino nero è in mezzo. A San Lazzaro nel 2018 si sono verificati cinque sinistri con 7 feriti.
Statale della Cisa. Il punto più rischioso è tra i km 4-5 poco prima del bivio per Ponzano Magra in direzione Lunigiana. Qui gli incidenti sono stati tre con 5 feriti, uno in più rispetto al tratto precedente (km 3-4).
Statale di Lerici. Si fa notare anche la SS 331 di Lerici prima e dopo il bivio per San Terenzo, dove si sono avuti tre sinistri contro l'unico del 2017 e gli zero del 2016.
Statale della Bocca di Magra. Infine una menzione per il tratto più vicino a Romito Magra della strada 432 (km 10-10.9) dove si registrano 2 incidenti nel 2018.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia































Dove acquisterai prevalentemente i tuoi regali di Natale?












Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News