Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 29 Maggio - ore 18.47

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Studenti pronti per il corteo di lunedì: "Pacifico e senza bandiere politiche"

Manifestazione autorizzata dalla Questura. Gli organizzatori: "Ci sarà anche un servizio d'ordine. Invitiamo tutti a partecipare". Mercoledì audizione in commissione.

Studenti pronti per il corteo di lunedì: `Pacifico e senza bandiere politiche`

La Spezia - Il corteo degli studenti spezzini lunedì si farà. Gli esponenti dell'associazione “Futura-Mente”, della Consulta provinciale degli Studenti e del Comitato rappresentanti d'istituto fanno infatti sapere di aver ricevuto la regolare autorizzazione da parte della Questura e dal Comune per dare vita ad una protesta che partirà alle 10 da piazza Garibaldi – anche in caso di maltempo- e si dirigerà verso il palazzo del Governo fra via Veneto e piazza Verdi con l'obiettivo di sensibilizzare città ed istituzioni sulle problematiche emerse nei giorni scorsi ad iniziare dai termosifoni non funzionanti in molti istituti.
“La nostra sarà una protesta pacifica e senza violenza – precisano gli organizzatori in una nota congiunta – per tanto il comitato disciplina che durante il corteo non debbano essere presenti caschi, mazze, bastoni, catene, striscioni offensivi con ingiurie, spranghe, fumogeni, petardi o qualsiasi altro strumento che possa minacciare l'incolumità dei partecipanti o dei cittadini”. Per loro stesso volere saranno inoltre vietate “bandiere, striscioni o altro, contenente simboli o titoli di associazioni esterne a quelle organizzatrici. Nel corteo sono ammessi fischietti, striscioni e megafoni portati dagli studenti. Chiunque sarà sorpreso in un atto che vada contro le disposizioni degli organizzatori – si legge ancora - sarà allontanato dal corteo, identificato dalle forze dell'ordine e denunciato all'autorità giudiziaria”.
Lungo il percorso sarà attivo anche un servizio d'ordine “visibilmente riconoscibile” formato dagli stessi studenti, che “avrà il compito di assicurare l'ordine all'interno del corteo e collaborerà direttamente con le Forze dell'Ordine”. “Invitiamo a partecipare – aggiungono - gli studenti degli istituti scolastici della provincia di La Spezia per rendere chiaro che le motivazioni che hanno spinto a far nascere l'iniziativa sono sentite da chi, tutti i giorni, se ne trova a contatto. Informiamo che in queste ore i nostri rappresentanti sono in costante contatto con Iacopo Montefiori Presidente della IV Commissione del Comune della Spezia alfine di avviare un'audizione nella stessa commissione comunale, che è stata fissata per mercoledì 18 gennaio, all'audizione parteciperanno un rappresentante di ogni istituzione scolastica di secondo grado della provincia con la presenza del Presidente Melillo in qualità di portavoce dell'intera comunità scolastica. Il Sindaco e Presidente della provincia Massimo Federici ha contattato il Presidente della Consulta per l'incontro di lunedì mattina e che si svolgerà al termine del corteo. Noi tutti esprimiamo soddisfazione anche per la presenza di sua eccellenza il Prefetto. Speriamo solo che l'avvio di questo tavolo sia di buon auspicio e che la situazione si sblocchi al più presto possibile. Rimaniamo sulla posizione che la colpa non è della Provincia della Spezia né di altri, ma che la situazione sia dovuta alla mancanza di fondi e dallo smantellamento - rimasto a metà - per via della bocciatura della riforma Boschi), dell'ente di area vasta a cui le scuole fanno capo. Infine, ci appelliamo alla Costituzione e agli articoli 33 e 34 e allo Statuto degli Studenti che tutelano il nostro diritto allo studio”.

Infine i giovani che stanno animando la protesta hanno voluto anche fare alcune precisazioni circa la figura di Dalhoumi Houssem, fondatore di Futura-Mente e oggi iscritto all'Università. “La nostra associazione – concludono - raccoglie tanti ragazzi e ragazze volenterosi di cambiare la scuola, dentro al gruppo ci sono anche molti rappresentanti d'istituto e di Consulta. Non è riconosciuta perché costituita con atto tra privati. All'interno dell'associazione Dalhoumi ricopre il semplice ruolo di tesoriere, perché in fase di congresso l'intero gruppo e tutti gli iscritti hanno unanimemente deciso di affidargli questa delega. Ha già ricoperto il ruolo di Tutor degli organismi studenteschi presso l'USP della Spezia, carica poi da lui per via di altri impegni politici incompatibili con la stessa. 
Il Comitato dei Rappresentanti, Consulta degli Studenti e Futura-Mente si sono avvalsi dell'esperienza ormai consolidata di Dalhoumi per poter interagire con le istituzioni e organizzare la manifestazione di lunedì e cogliamo l'occasione per ringraziarlo per la sua disposizione e estrema dedizione alla nostra causa”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








FOTOGALLERY



I SONDAGGI DI CDS

Mimmo Di Carlo in scadenza di contratto, vorreste vederlo ancora sulla panchina dello Spezia?
56,3% 
43,7% 






























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure