Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 02 Aprile - ore 14.32

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Studenti in piazza: "Gli immigrati di oggi sono gli ebrei di ieri"

contro una "via almirante"
Studenti in piazza: "Gli immigrati di oggi sono gli ebrei di ieri"

La Spezia - "Scrivo a malincuore questa lettera indirizzata a tutti noi, studenti e studentesse,che oggi giorno nella nostra quotidianità siamo testimoni delle abominevoli vicende, degli atti vandalici,delle scritte sui muri in giro nelle strade, della dilagante indifferenza, della paura e del timore per il futuro.

Ciò è dovuto alla disinformazione. Ignorare non è di certo la soluzione, occorre partecipare, prendere parte oggi più che mai.

Dobbiamo divulgare, trasmettere, metterci in primo piano noi giovani che più di tutti sentiamo questo persistente incombere della violenza e delle aggressioni sociali dirette a quello che è il capro espiatorio: i nostri stessi coetanei, presi di mira perché diversi e non compresi.

Se oggi il nemico è il ragazzo di colore, il rom, il sinti o l'asiatico, ieri erano Franco Cetrelli e Adriana Revere, oramai dimenticati. Cosi piccoli e con ancora tutto il mondo da scoprire, con cosi tanto da capire, privati della libertà. Il perché? Uno aiutava la resistenza e l’altra era una piccola bambina ebrea. Possiamo dimenticare tutto questo che è successo qui dove ogni giorno viviamo la nostra tranquilla quotidianità?

Dei ragazzi come noi come possono ricadere negli errori del passato? Sogniamo un futuro in cui possiamo essere liberi di poter esprimerci al meglio in un ambiente aperto, pronto ad accogliere tutti in ugual modo, senza pregiudizi infondati e privi di logica.

Nella società odierna è importante rivendicare valori fondamentali come l'integrazione, per poter proseguire al meglio con quello scambio e quell'arricchimento culturale che esiste solo se culture da tutto il mondo entrano in contatto, interagiscono e si rispettano.

La storia, come un faro nella notte, ci giuda, ci insegna e ci mostra gli errori e i peccati commessi; per conservare nel ricordo la memoria. Non possiamo essere silenti davanti ad un gesto così pericoloso: la riabilitazione di chi in quell’oscuro passato italiano ha firmato decreti per fucilazioni e manifesta della razza che ha portato migliaia di italiani a morire nei lager nazisti e ha appoggiato la vergogna storica che è stata l’RSI.

Uniti possiamo veramente cambiare le cose, fare la differenza e rendere consapevoli che tutto ciò è sbagliato e ingiusto.

Siamo ancora in tempo. Mobilitiamoci insieme, sosteniamo le iniziative che promuovono cultura, incontro, valorizzazione e discussione , impariamo a guardare il mondo dalla prospettiva che preferiamo, senza però perdere il faro di quei valori che tanto sono costati in termini di sangue: antifascismo, libertà, rispetto, uguaglianza e diritti.

Siamo il cambiamento che vogliamo vedere nel nostro mondo, battiamoci per la società in cui vogliamo vivere.

È per questo che il 22 febbraio, alle 16:30 sarò in piazza Mentana, con ANPI, a sostenere che né oggi né mai il fascismo e la riabilitazione sociale di chi, senza pentirsi è stato complice, passeranno.
Ale"


Unione degli Studenti La Spezia, il Sindacato Studentesco

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News