Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 21 Agosto - ore 10.11

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Statue come naufraghi, la protesta contro le politiche di Salvini | Foto

Il coordinamento "La Spezia non si Lega" ha messo in atto le azioni simboliche preannunciate in attesa dell'arrivo del leader leghista, alle 21 in Piazza del Bastione.

Alle 18.30 il presidio
Statue come naufraghi, la protesta contro le politiche di Salvini

La Spezia - Il coordinamento "Spezia non si Lega" aveva annunciato una serie di azioni simboliche di protesta in vista del comizio che il leader del Carroccio, Matteo Salvini, terrà questa sera alle 21 in Piazza del Bastione. E così tra la serata di ieri e stamani sono spuntate le coperte termiche a coprire le statue presenti in città, i cartelli e gli striscioni contro le politiche sull'immigrazione e il Decreto Sicurezza bis (vedi fotogallery). Ma le iniziative dei contestatori del ministro dell'Interno non finiscono qua.

"Oggi dalle 18.30 ci vediamo in Piazza Mentana per manifestare il nostro dissenso verso i “decreti sicurezza” e le politiche antidemocratiche portate avanti dalla Lega e dai suoi alleati nell'ultimo governo in continuità con i governi precedenti.
Non possiamo accettare in silenzio - afferma il coordinamento in una nota - che il ministro dell'Interno giri per l'Italia esprimendo i suoi deliri di onnipotenza in una stantia e perenne campagna elettorale.
Ci uniamo alla protesta di tutte quelle piazze che hanno fatto sentire la loro voce contro il tour estivo di un ministro popstar.
Non vogliamo morti in mare.
Non possiamo chiudere gli occhi di fronte alla creazione di lager moderni alle frontiere esterne della Fortezza Europa.
Basta coi morti sul lavoro. Non possiamo essere indifferenti a un sistema di sfruttamento che al minimo dissenso utilizza la violenza per risolvere i conflitti.
Verso un mondo del lavoro precario, parcellizzato e disunito.
Stop alla criminalizzazione della diversità. Pretendiamo una società inclusiva che sappia trarre ricchezza dalle differenze sociali, culturali, sessuali, economiche e di genere.
Stop al negazionismo della crisi climatica.
L'intera comunità scientifica ha avallato lo stato di emergenza, ma Salvini continua opportunisticamente a negarne l'esistenza.
Siamo persone, abitanti dello stesso pianeta. Tocchi una, tocchi tutte".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Fotogallery

Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News