Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 25 Settembre - ore 15.29

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Stalli per disabili, si cambia. Nel 2017 ben 70 pass sequestrati

Nelle prossime settimane sarà modificato l'articolo 3 del regolamento comunale, per andare incontro a chi richiede il pass ma non guida l'auto.

Stalli per disabili, si cambia. Nel 2017 ben 70 pass sequestrati

La Spezia - Il Comune si appresta a mettere mano al regolamento sui pass e gli stalli per gli invalidi.
Questo pomeriggio, infatti, si è riunita la commissione Statuto e regolamenti per analizzare la questione sollevata da Fabio Cenerini, capogruppo Forza Italia-Toti, portando a esempio il caso di un disabile che, non avendo la patente, non ha ottenuto il permesso di sostare con l'auto di famiglia nei parcheggi gialli e vive difficoltà quotidiane nel muoversi, vivendo in una zona trafficata come Via XXIV maggio.
"In questo modo - ha detto Cenerini recitando alcuni passaggi dell'articolo 3 del regolamento - si danneggia chi sta peggio. Bisogna cambiare l'interpretazione della norma o il regolamento".

L'amministrazione, rappresentata dall'assessore alla Mobilità, Kristopher Casati, e dal funzionario del servizio, l'ingegner Alessandro Trapani, ha spiegato che i termini "se muniti di patente" si riferisce solitamente ai minorenni ed era stato inserito nel regolamento per limitare al massimo gli abusi.
"La commissione che esamina le richieste - ha aggiunto Trapani - ha verificato che nella maggioranza dei casi la persona che richiede il pass ha la parente. Coloro che non l'hanno vengono sottoposti a verifiche puntuali insieme al personale della Asl e quindi viene effettuata la valutazione finale. Nei casi in cui il disabile può salire e scendere dalla vettura in maniera autonoma vengono concessi stalli personalizzati, mentre quando si tratta di cittadini che necessitano una assistenza viene di norma concessa la sosta negli stalli gialli generici, oppure, seguendo le disposizioni di una circolare ministeriale, anche quelli blu, senza dover pagare o in spazi solitamente non adibiti alla sosta".
Una casistica da declinare volta per volta, dunque, in un contesto che vede la città superare nettamente il minimo richiesto dalla legge di un parcheggio per disabili ogni cinquanta. Su 4.200 posti auto, infatti, sono presenti 208 stalli per disabili generici e 66 personalizzati.

Jessica De Muro, per il Movimento cinque stelle, Massimo Lombardi, per Spezia bene comune, e Umberto Costantini, per Spezia popolare, hanno appoggiato la richiesta di modifica del regolamento, mentre il leghista Redento Mocchi ha chiesto di istituire la figura di un consigliere comunale che monitori la situazione e l'attività della commissione, trovando l'opposizione di Federica Pecunia, capogruppo del Partito democratico: "Non dobbiamo trasformare i consiglieri in poliziotti: mi fido degli organismi municipali e della commissione, composta da personale competente", ha dichiarato.

Massimo Caratozzolo, capogruppo di Per la nostra città, ha proposto la riscrittura completa del regolamento, partendo dal dato relativo al numero totale dei disabili presenti sul territorio comunale, mentre Guido Melley, capogruppo di Leali a Spezia, ha interrogato il comandante della Polizia municipale, Alberto Paglia, sulla situazione attuale a livello di abuso dei pass, una piaga che si è manifestata con forza alcuni anni fa.
"Stiamo facendo i conti con un numero crescente di richieste di verifica del rispetto dele regole, soprattutto da parte degli invalidi stessi. Negli ultimi anni questa attività di controllo è stata inserita tra le nostre priorità e, nonostante richieda appostamenti e largo impiego di personale, la stiamo mettendo in campo molto spesso. Nel 2017 abbiamo sequestrato 70 contrassegni perché l'utilizzo non era assolutamente al servizio degli invalidi. Nonostante le maggiori verifiche e le sanzioni, la tendenza all'uso improprio permane. Le sanzioni per occupazione abusiva degli stalli sono state addirittura 649 e di queste un buon numero sono state elevate a carico di disabili che avevano parcheggiato nel posto riservato di un altro possessore di pass".

Lorenzo Forcieri, di Avantinsieme, ha ipotizzato che nel rilascio dei pass ci sia stata in passato una selezione non sufficiente e ha sostenuto la necessità di puntare sugli stalli personalizzati per ridurre gli abusi.
Infine Paolo Manfredini, d'accordo come tutti gli altri nel modificare il regolamento, ha passato la palla all'assessore Casati che ha preso l'impegno di proporre alla commissione una bozza di modifica dell'articolo 3 entro due settimane, "così da eliminare contraddizioni che possono ingenerare confusione e fornire indicazioni più chiare alla commissione esaminatrice".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News