Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 26 Novembre - ore 22.12

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Spesa fuori dal comune di residenza, il chiarimento della Prefettura

Una circolare ai sindaci spezzini per fornire chiarimenti sulla zona arancione.

Si-può-fare

La Spezia - Il prefetto della Spezia, Maria Luisa Inversini, con una circolare diretta e sindaci alle forze di polizia ha oggi fornito chiarimenti in merito alle problematiche più frequenti derivanti dall' inclusione della Liguria nella zona arancione. La circolare ha precisato che gli spostamenti verso altri comuni della provincia rispetto a quello di residenza sono consentiti non solo per lavoro, salute, studio, situazioni di necessità, ma anche quando sia necessario svolgere attività o usufruire di servizi non sospesi e non disponibili nel comune di residenza, domicilio, abitazione, munendosi di idonea autocertificazione.

"Perciò - si legge nella nota di Palazzo di governo - sarà possibile spostarsi per recarsi presso uffici pubblici esercizi commerciali o centri servizi (ad esempio per assistenza fiscale, previdenziale, ecc.) quando essi non siano presenti nel proprio territorio comunale. Come chiarito recentemente dalle Faq del governo, fare la spesa rientra sempre fra le cause giustificative degli spostamenti. Laddove quindi il proprio comune non disponga di punti vendita o nel caso in cui un comune contiguo al proprio presenti una disponibilità, anche in termini di maggiore convenienza economica, di punti vendita necessari alle proprie esigenze, lo spostamento è consentito entro tali limiti, che dovevano essere autocertificati".

"Naturalmente - ha precisato il prefetto - valgono le regole di prudenza e buon senso che suggeriscono di limitare all'indispensabile gli spostamenti ma anche di effettuarli raggiungendo il luogo più vicino dove sia possibile soddisfare le proprie esigenze". Le indicazioni ministeriali hanno anche chiarito che la cura dei terreni ai fini di autoproduzione anche personale e non commerciale integra il presupposto delle esigenze lavorative e giustifica lo spostamento anche fuori dal comune di residenza, abitazione o domicilio. Quindi tali attività, quali raccolta olive, conferimento al frantoio e spremitura, sono consentite a condizione che il soggetto interessato si munisca di autocertificazione, che specifichi il possesso di tale superficie agricola produttiva e che essa sia effettivamente adibita ai fini menzionati, con indicazione del percorso più breve per il raggiungimento del sito.

La circolare inoltre ricorda che nella zona arancione sono sospese le attività dei servizi di ristorazione (tra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie) e resta consentita la sola ristorazione con consegna a domicilio e, fino alle ore 22, la ristorazione con asporto, evidenziando "che l'ingresso e la permanenza nei citati servizi da parte dei clienti sono consentiti esclusivamente per il tempo strettamente necessario da acquistare prodotti per asporto e non sono in ogni caso consentiti assembramenti né il consumo in prossimità dei locali". Il prefetto, nel dare alcune indicazioni in materia di coordinamento delle attività di controllo, ha poi invitato i sindaci a svolgere un attento monitoraggio sui luoghi a rischio di assembramento ai fini dell'eventuale adozione di ordinanze dirette chiudere piazze strade o altri luoghi aperti al pubblico, che potrà essere valutata con le forza di polizia in sede di Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica. "Voglio peraltro richiamare - conclude il prefetto - l'importanza, in una fase così delicata, del dialogo e della collaborazione tra istituzioni e cittadini. L'attività di controllo da sola non è sufficiente a contenere l'epidemia e deve essere sempre accompagnata da un'opera di sensibilizzazione per una sempre più diffusa consapevolezza della necessità di modificare i comportamenti individuali sia in pubblico e nel privato".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News