Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 28 Marzo - ore 23.46

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Sparisce l'Ip, più marine e più porto: com'è cambiato il golfo in trent'anni

Google Timelapse offre in serie le fotografie satellitari dal 1984 ad oggi. La città si estende verso il mare, con un'eccezione.

Sparisce l´Ip, più marine e più porto: com´è cambiato il golfo in trent´anni

La Spezia - E' una città che ha allungato le dita sul mare, una fotografia in movimento che racconta di un lento cambiamento economico. La offre la funzione timelapse di Google Earth: una collezione di immagini satellitari di tutto il mondo dal 1984 fino ad oggi. In 32 anni ci sono luoghi che sono cambiati pochissimo nella provincia spezzina, almeno se uno li valuta con un occhio verticale sul paesaggio. Altri invece, soprattutto il capoluogo, ha vissuto alcune rivoluzioni, a partire dal sempre maggior peso del diporto e del turismo rispetto all'industria.
Nella prima metà degli Ottanta le Cinque Terre erano ancora il buen retiro degli spezzini di città e di qualche padano troppo avventuroso per accontentarsi della Romagna. Le case valevano poche decine di milioni di lire, l'Unesco ancora non ne aveva fatto una cartolina della bellezza del mondo e il Parco nazionale era di là da venire. Ma il verde che si vede in un'istantanea del 1984 è più o meno lo stesso di oggi: se solo la definizione fosse maggiore si potrebbe valutare il mutare della diffusione delle piane e dei sentieri.

Ma alla Spezia certi cambiamenti sono davvero drammatici. Nell'anno di partenza c'era ancora in funzione la raffineria nell'area che oggi, non a caso, è chiamata ex Ip. Chiuso nel 1985, il presidio installato negli anni Venti diventa man mano una macchia chiara: dieci anni dopo è già una distesa di terra brulla in attesa di bonifica. Il centro commerciale dovrà attendere ancora vent'anni circa per fare capolino.
Il Golfo dei Poeti in questi tre decenni vive un boom di porticcioli: dalle Grazie a Porto Lotti, passando per Cadimare. Nel 1991 ecco apparire gli interramenti su cui sorgerà il Porto Mirabello, ma solo nel 2009 spuntano i primi pontili. La stessa Lerici vive il prolungamento del frangiflutti dell'Erix solo dalla fine degli anni Ottanta e di conseguenza gli attracchi davanti al paese si moltiplicano.
Sono gli anni in cui Molo Fornelli prende la sua forma a trapezio, mentre il Garibaldi cambierà davvero solo recentemente. Anni in cui l'arancione e blu dei container diventa lo sfondo del Canaletti e di Fossamastra. E' proprio degli anni Novanta il boom del porto, con il raddoppio dei TEU movimentati nel decennio che parte dal 1997. Caso più unico che raro: il mare riuscirà a occupare un po' di terra con la Darsena di Pagliari. L'area che è cambiata di meno è la base navale, allora chiusa all'interno di mura invalicalicabili per i privati. Oggi c'è una maggiore apertura, ma la svolta deve ancora arrivare.

Il timelapse è qui: https://earthengine.google.com/timelapse/

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure