Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 21 Maggio - ore 13.53

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Sicurezza in porto, stretta sulle navi da crociera a Gnl

Entrerà in vigore lunedì un'ordinanza sperimentale della Capitanera di porto che mette nero su bianco una serie di prescrizioni e adempimenti.

Stop test a bordo
Sicurezza in porto, stretta sulle navi da crociera a Gnl

La Spezia - Nuove regole in arrivo per le navi passeggeri alimentate a Gnl (Gas naturale liquefatto) ormeggiate in porto della Spezia, o alla fonda nella rada. A stabilirle un'ordinanza sperimentale della Capitaneria che sarà in vigore da lunedì prossimo, 15 aprile, fino al 15 ottobre 2019. Sei mesi esatti utili per soppesarne funzionamento, virtù e limiti. Una parte delle prescrizioni riguardano la sicurezza nel corso dell'ormeggio in porto, periodo nel quale per le navi da crociera da lunedì saranno vietati prove, verifiche, test di automazione sui motori alimentati a gas naturale liquefatto, salvo deroghe rilasciate dalla Capitaneria “previo eventuale assenso del concessionario dell'impianto portuale”. Inoltre, qualora durante la permanenza della nave all'ormeggio, o all'ancora in rada, si registrino a bordo interventi dei dispositivi automatici di arresto d'emergenza (il cosiddetto emergency shut down) sulle linee del gas, dovrà essere tempestivamente informata la Sala operativa della Capitaneria di porto, comunicando il motivo dell'avvenuto arresto e le immediate azioni correttive adottate dalla nave in conformità alle rispettive procedure di emergenza adottate dalla Compagnia.

Un'altra parte dell'ordinanza tocca il versante delle comunicazioni. Le navi passeggeri che intendano far scalo alla Spezia o ancorarsi in rada, si legge, dovranno inoltrare via mail alla Capitaneria una fitta documentazione che illustri: quantitativi di gas naturale liquefatto a bordo (una stima da inviare 24 ore prima dell'arrivo), capacità di contenimento massima di Gnl, capacità in termini temporali di gestire il boil off dall'eventuale attivazione dei sistemi di sicurezza emergency shut down senza che vi sia alcuna fuoriuscita in atmosfera di gas, e ancora i diagrammi delle aree a rischio presenza gas e dettagliate informazioni sui locali macchine. Tutte queste informazioni – eccezion fatta per il primo punto, cioè i quantitativi di Gnl a bordo – dovranno essere rese disponibili “all'atto dell'approvazione della programmazione stagionale degli scali delle navi passeggeri nel porto della Spezia – recita l'ordinanza -, salvo modifiche strutturali alla nave”. Si stabilisce infine che le navi passeggeri debbano mantenere a prora e poppa uno o più cavi appennellati, “di idoneo materiale e dimensionamento, con gassa terminale appennellata fuori bordo, pronti per l'eventuale rimorchio della nave in caso di emergenza”. Sei mesi di sperimentazione, poi l'ordinanza sarà oggetto di “opportuna rivisitazione”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News