Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 18 Agosto - ore 22.15

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Settanta giorni per la nuova Beghi

Si stanno completando le opere interne, poi sarà il momento degli arredi e della pavimentazione esterna. Aprirà agli studenti il 27 marzo. Le opere all'ex Malco rientreranno nel secondo lotto.

Settanta giorni per la nuova Beghi

La Spezia - Lunedì 27 marzo la nuova biblioteca "Beghi" nata sulle ceneri dell'ex deposito Fitram, schiuderà le sue porte agli studenti che per la prima volta siederanno là dove un tempo, più o meno sotto lo stesso tetto seppur oggi completamente rinnovato, venivano stipati gli autobus dell'Atc. Tre anni di lavoro (il cantiere prese le mosse il 27 gennaio 2014) per un lotto, il primo, capace di dare nuova vita ad un'area al limite della depressione, isolata e soprattutto inutilizzata. Un'opera firmata dallo studio 5piu1AA che l'edizione odierna di Casa 24, l'inserto dedicato del Sole 24, ha inserito fra i grandi progetti del 2007, accostandolo al tribunale di Parigi di Renzo Piano o alla nuova sede di Lavazza di Cino Zucchi. Un progetto rivisto e corretto per volere della Soprintendenza proprio mentre la biblioteca Mazzini di Corso Cavour si appresta a raggiungere la conclusione dei lavori, lasciando come ultimo impegno prima della riapertura il lavoro di ripristino di tutto ciò che è stato temporaneamente tolto. Alle due biblioteche, oltre alla piccola realtà della Palazzina delle Arti, si aggiungerà fra un anno e mezzo (sempre che i tempi siano poi rispettati) anche la nuova biblioteca universitaria che nascerà nella ex grande sala chirurgia del Falcomatà.
Tornando alla Beghi, oltre all'apertura della biblioteca, la ditta che sta lavorando, si occuperà della pavimentazione esterna all'edificio e nei pressi dell'ex deposito. Poi si penserà a costruire un accesso parallelo a Via Carducci con passerella per disabili; infine il ponticello sul canale Dorgia che sia da collegamento con Via Palmaria, il complesso dei Salesiani e l'istituto superiore Cardarelli. Della seconda fase, finanziata con i contributi di recente stanziati dal governo per le periferie, farà parte la bonifica dell'area ex Malco, adiacente con una sorta di prosecuzione che porterà alla nascita di un piccolo parco con area pertinenziale che arriverà su Viale San Bartolomeo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rendering ex Fitram Archivio
Rendering nuova Beghi Archivio
Rendering nuova Beghi all'ex Fitram Archivio


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure