Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Domenica 18 Novembre - ore 23.17

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Sanità, sindacati in commissione per discutere degli straordinari da due milioni di euro

Le delegazioni in Comune: "Con Asl non si trova accordo".

cosa c'è che non va
Sanità, sindacati in commissione per discutere degli straordinari da due milioni di euro

La Spezia - Straordinari che sfiorano i due milioni di euro. Progressi di carriera mancati, orari massacranti per gli infermieri e il confronto che non c'è con Asl. I sindacati Cgil, Cisl e Uil lo hanno spiegato in commissione lavoro e sanità questo pomeriggio in Comune.
L'incontro è stato chiesto dal commissario consigliere Marco Raffaelli a seguito degli ultimi presidi che sindacati e lavoratori hanno fatto sotto la sede Asl. Se dalla Regione pare esserci un'apertura, sullo Spezzino la situazione non sembra risolversi.
I sindacati a più riprese hanno elencato le criticità del settore: oltre agli straordinari, appunto, anche i mancati progressi per circa 400 dipendenti come spetterebbe loro secondo la legge Brunetta. I sindacati hanno sostenuto con forza che: "Asl è in preda alla disorganizzazione della quale ne fanno le spese gli assistiti e i dipendenti, senza dimenticare che tutto questo porta anche alle fughe fuori dal territorio. Noi abbiamo provato a contrattare e per il momento non siamo ancora al punto dello sciopero ma bisogna intervenire e trovare soluzioni, ma è inutile dirlo con Asl non c'è dialogo".
“C’è un problema - ha scritto in una nota Marco Raffaelli consigliere di minoranza del Partito democratico -, in primis, di metodo, se è vero che Asl5 ha unilateralmente interrotto il dialogo con le parti sociali, senza dare alcuna giustificazione. Non si capisce come mai in tutte le altre Asl liguri si intavolino sedi per gestire i problemi, mentre qui l’azienda abbia agito contrariamente. Ad Asl5, convocata per il 25 Ottobre, chiederò innanzitutto la riapertura di una sede di confronto con i rappresentanti dei lavoratori, per una gestione serena delle problematiche; ma risposte dovrà dare anche sul perché, oggi, non vi sia ancora un’adeguata programmazione organizzativa e di modello di sanità. Certo fa effetto sapere che, davanti all’aggravarsi di questi aspetti, dopo un anno di mandato, l’Amministrazione non abbia pensato quantomeno di attivarsi per stemperare il clima tra i le parti”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News