Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 28 Novembre - ore 20.06

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

San Bartolomeo, letti Covid-19 quasi al completo

Lo ha spiegato il presidente Toti nella canonica conferenza stampa serale. E ha smorzato i timori sull'esodo dalle zone rosse: "Nessun flusso significativo, e il Dpcm impedisce di spostarsi da quelle regioni".

Cresce il contagio

La Spezia - Sono ad oggi 1.312 i posti letto occupati da pazienti Covid-19 positivi in Liguria, oltre la metà dei 2.000 a cui la Regione vuole arrivare, come spiegato dal presidente Toti l'altro giorno in consiglio regionale. “La situazione degli ospedalizzati è in crescita ma con una curva sostanzialmente piatta – ha affermato stasera il presidente Toti in conferenza stampa -, ciò non vuol dire che pronto soccorso e ospedali non siano in seria pressione. Le terapie intensive, su 1.312 ricoverati, sono 76: con questi numeri complessivi, la scorsa primavera ne avremmo avute il doppio. Avevamo stimato sarebbero cresciute meno”. Passando in rassegna i dati dei ricoverati Asl dopo Asl, il presidente ha segnalato che “il Covid Hospital San Bartolomeo di Sarzana sta sostanzialmente completando il dispiegamento dei suoi posti letto (Covid-19 dedicati, ndr): ora i ricoverati sono 115 con 9 terapie intensive”. Certo non un dato che fa sorridere. Insomma, i posti rimasti da dedicare a pazienti Covid, a Sarzana, ospedale dedicato al virus in questa seconda ondata, sono agli sgoccioli.

“In queste ore – ha aggiunto Toti – si è diffuso l'allarme in merito ad arrivi in Liguria dalle zone rosse limitrofe Piemonte e Lombardia. Specifichiamo che, da Dpcm, da stasera è impossibile spostarsi da quelle zone per spostarsi nelle altre se non per ragioni di lavoro o di residenza. Avevamo anche pensato se fare un'ordinanza specifica di divieto ma si sarebbe sovrapposta a quanto già prevede il Dpcm. Nella giornata di oggi , come verificato con i principali canali di trasporto, non c'è stato alcun significativo aumento di flussi sulla rete. Sicuramente sono vere le segnalazioni dell'apertura di seconde case, ma non si registrano flussi paragonabili a quelli che abbiamo già vissuto”.

Dal gov l'immancabile e perentorio appello ai liguri perché rispettino scrupolosamente le norme e tutti gli accorgimenti anti contagio. "Dobbiamo stare molto attenti - ha osservato - per mantenere questo precario equilibrio e rimanere nella fascia gialla individuata dal governo. Si tratta della configurazione di rischio minore ma è evidente a tutti che dobbiamo continuare a lavorare con grande prudenza, grande determinazione per mantenere questa situazione e possibilmente migliorarla. Questo significa un rispetto ancor più rigoroso delle regole: lo chiedo ai cittadini, agli operatori economici, ai ristoratori ai bar e a tutti coloro che hanno un’attività affinché continuino a svolgerla con la stessa prudenza che abbiamo adottato nei momenti peggiori della scorsa primavera”.

Il governatore ha rivolto le proprie condoglianze ai familiari delle 29 persone di cui è stato registrato oggi il decesso per Covid ma relativi anche ai giorni precedenti. “Si tratta per la maggior parte di persone ottantenni e novantenni e lo dico – ha spiegato il presidente - perché anche questo, rispetto alla tenuta della situazione, al numero dei ricoveri, è fondamentale. Per questa ragione – ha proseguito - domani presenteremo un ulteriore pacchetto di misure in aiuto e a tutela delle persone anziane, per proteggerli sempre di più. È evidente che per questa fascia di popolazione il Covid può avere effetti più severi o addirittura letali e quindi prego tutti di osservare in modo maniacale le regole di distanziamento, di utilizzo della mascherina, di lavaggio frequente delle mani e così via. Prego tutti di proteggere gli anziani, evitando di portare i nipotini dai nonni al pomeriggio dopo la scuola, consigliando loro di fare passeggiate in luoghi poco frequentati, di andare a fare la spesa quando ci sono meno persone e di non recarsi in luoghi affollati. Serve grande grande attenzione”.

Il presidente Toti ha poi aggiunto che “nei prossimi giorni verrà montato nel piazzale del Pronto soccorso dell’Ospedale Policlinico San Martino un compound con tende della Croce Rossa per 24 posti letto, completamente attrezzato, per dare un po' di sollievo al Pronto soccorso quando arrivano le ambulanze. Contestualmente, sempre in Pronto soccorso, sono state attrezzate le bocchette di ossigeno su parete per limitare uso e consumo delle bombole. Da lunedì inoltre anche il personale della Protezione civile sarà dispiegato fuori dai Pronti soccorso per dare un minimo di sostegno alle persone”.

Il presidente della firmato questa sera l’ordinanza regionale che recepisce le misure previste dal nuovo Dpcm. In particolare, viene recepito il limite del 50% di riempimento dei mezzi del trasporto pubblico locale e decade il divieto di manifestazioni che secondo il nuovo Dpcm possono essere svolte solo in forma statica mantenendo il distanziamento sociale. Per il trasporto sui taxi e Ncc (noleggio con conducente) decadono tutte le deroghe e torna in vigore il divieto di occupare il posto vicino al conducente con l’obbligo di trasporto al massimo di due passeggeri con mascherina per ciascuna fila di sedili posteriori (eccetto nel caso di congiunti e conviventi).

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News