Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 09 Luglio - ore 20.08

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Saliceti, i cittadini in piazza. Acam replica: "Emissioni sotto i limiti di legge"

Ieri il sit in del comitato degli abitanti, che chiedono risposte all'azienda e alla Provincia: "Altrimenti siamo pronti a bloccare i camion". La replica di Via Picco: "Da sempre disponibili al confronto".

Saliceti, i cittadini in piazza. Acam replica: "Emissioni sotto i limiti di legge"

La Spezia - Il tempo a disposizione è agli sgoccioli, poi al sit in puro e semplice di ieri seguiranno manifestazioni più incisive. Queste le intenzioni del comitato che si batte contro le emissioni odorigene dell'impianto di trattamento dei rifiuti di Saliceti gestito da Acam Ambiente nel comune di Vezzano Ligure.
"Abbiamo dato il segnale che non ne possiamo proprio più - afferma Maurizio Volpatti, portavoce dei cittadini che vivono nella zona -. Ieri abbiamo ricevuto il sostegno del Movimento cinque stelle, di Rifondazione comunista, Sel e del comitato 'Spezia via dal carbone' e Lega Nord, realtà che hanno sposato la nostra causa per la salvaguardia della salute dei cittadini. Non abbiamo voluto impedire il passaggio di nessun carico di rifiuti. Almeno sino ad ora. Stiamo seguendo le vie istituzionali, chiedendo all'azienda e alla Provincia di fare qualcosa, di dare risposte in tempi brevi, ma il tempo a disposizione inizia a scarseggiare. Abbiamo dimostrato di non essere due o tre abitanti, ma di avere l'appoggio di tante persone. Inoltre ci sono diffide ed esposti. L'articolo 32 della Costituzione deve essere applicato. Così come le prescrizioni dell'Aia, approvata nel 2014".

Le preoccupazioni di Volpatti, che racconta di essere dovuto scappare alcuni giorni dal campo che coltiva a poche decine di metri dall'impianto Acam per l'odore acre che lo aveva investito, sono anche relative al futuro più prossimo, visto che con l'accordo tra Acam e Amiu per il trattamento dei rifiuti genovesi l'utilizzo di Saliceti salirà ben oltre il 65 per cento di qualche tempo fa.
"Più bilici arriveranno più ci sarà la necessità di aprire i portelloni dello stabilimento, facilitando la fuoriuscita della puzza. Molto dipende dalla direzione dei venti, che in questi giorni ci stanno garantendo un po' di sollievo, soffiando da Nord. Dopo gli interventi sul filtro le cose sembravano essere un po' migliorate, poi gli odori sono ritornati. L'arrivo dei miasmi è come una spada di Damocle, che ci può capitare sulla testa da un momento all'altro".
Gli abitanti non chiedono che l'impianto venga rimosso o chiuso, ma che funzioni alla perfezione, impedendo ogni fuoriuscita. Le cose, evidentemente, non stanno così: "Basta un guasto, un minimo di distrazione da parte di qualcuno degli operatori e per noi le condizioni di vita diventano indegne, indecorose. Anche perché questo impianto è stato costruito in un posto sbagliato, in una depressione, e avrebbe dovuto avere una distanza minima dalle case ben superiore. Si parla di 500 metri, la mia è a 84. Quella del mio vicino a una settantina. Ad ogni modo, se l'impianto funziona perfettamente, come sostiene Acam Ambiente, perché noi conviviamo quasi continuamente con questi odori?".

La replica di Acam Ambiente traccia un quadro molto differente: "L’impianto è stato attivato nel 2008 ed è dotato di un moderno e all’avanguardia impianto di aspirazione e trattamento aria costituito da 6 cicloni, 1 filtro a maniche, 3 scrubber (questi filtri servono anche per l’aspirazioni delle polveri all’interno all’impianto, ed è quindi falsa l’affermazione comparsa su alcuni organi di stampa sulla non esistenza di un impianto di aspirazione delle polveri nell’impianto) e 1 biofiltro.
Inoltre i monitoraggi eseguiti semestralmente sia sulla qualità dell’aria e sia sulle unità odorimetriche del biofiltro hanno sempre rilevato valori inferiori ai limiti imposti, peraltro molto ristretti, dagli atti autorizzativi. Periodicamente vengono eseguiti interventi preventivi di derattizzazione, disinfestazione e demoschicidi. Il liquame prodotto viene da sempre regolarmente smaltito in impianti di depurazione tramite autobotti. La novità, frutto del risanamento in atto del gruppo Acam, entro la fine del 2015, verrà realizzato il collegamento fognario al depuratore di Ghiarettolo, attualmente in fase di ampliamento. Saliceti - prosegue l'azienda - è un impianto di trattamento rifiuti urbani non differenziati e produce Cdr/Css, il quale viene regolarmente recuperato in cementifici nella sua qualità di combustibile o termovalorizzatori. La quantità di rifiuti che da poche settimane entra nell’impianto e di provenienza dal Tigullio, provincia di Genova, è assolutamente compatibile con le attuali potenzialità e autorizzazioni dell’impianto, oltre che con il programma di forte sviluppo della raccolta differenziata domiciliare il cui obiettivo è il raggiungimento del 65 per cento a fine 2017 primi 2018, così come previsto dal nostro Piano di riassetto omologato dal Tribunale della Spezia, quindi in abbondante anticipo da quanto previsto dalla legislazione nazionale (67 per cento entro il 2020). In ogni caso la nostra caratteristica di società in house, facente parte di un gruppo a controllo pubblico non ci permette, come stile di fondo, di fare polemiche, ed in particolare polemiche politiche. Si conferma la nostra disponibilità, di cui le forme istituzionali del Comune di Spezia in primo luogo, ci hanno sempre dato atto, al confronto in sede istituzionale, uniche sedi, unitamente alle operazioni di chiarezza nei confronti dei cittadini, alle quali ci sentiamo vincolati al confronto e a rendere conto".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News