Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 23 Settembre - ore 14.25

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Sale la qualità della vita ma Spezia è ultima per emigrazione ospedaliera

La provincia guadagna quattro posizioni nel rapporto del Sole 24 Ore. Bene tempo libero e occupazione ma siamo agli ultimi posti per scippi e frodi informatiche.

Sale la qualità della vita ma Spezia è ultima per emigrazione ospedaliera

La Spezia - Bene ma non benissimo, la nostra provincia infatti sale di quattro posizioni rispetto al 2015 ma nella tradizionale indagine di fine anno sulla “qualità della vita” pubblicata ieri dal Sole 24 Ore e giunta alla sua ventisettesima edizione continua comunque a galleggiare a metà classifica al 54esimo posto su 110. Un rapporto quello del quotidiano economico che dopo aver messo a confronto un'ampia serie di indicatori ha consegnato la palma di provincia più vivibile ad Aosta che ha guadagnato sette posizioni precedendo Milano e Trento. Sono invece tutte realtà del Mezzogiorno quelle che occupano gli ultimi posti con Vibo Valentia che chiude dietro a Reggio Calabria, Caserta, Napoli e Crotone, province quest'ultime che hanno perso rispettivamente 6 e 17 posti a confermare un divario sempre evidente fra Nord e Sud del Paese.
Incoraggianti invece i dati per la Liguria che ha visto avanzare tutte le sue province portando Genova al 21esimo posto, Savona due gradini sotto, La Spezia al 54esimo e Imperia a chiudere al 65esimo. Istantanee emerse da un'indagine che ha tenuto conto di sei macro aree: Affari lavoro e innovazione; Ambiente, servizi e welfare; Demografia, famiglia e integrazione; Cultura, tempo libero e partecipazione; Giustizia, sicurezza, reati; Reddito, risparmi e consumi.

Come già avvenuto l'anno scorso è la sezione del tempo libero a riservare i dati più confortanti visto che in questo caso la provincia spezzina occupa una ragguardevole diciannovesima posizione. Il merito è ad esempio delle sale cinematografiche: 8 ogni centomila abitanti rispetto alla media nazionale di 4,1 ma anche su ristoranti e bar che sono 857 ogni mille abitanti a fronte dei 643 del resto d'Italia. Sono invece 8 le librerie ogni 100mila abitanti che scendono 6,8 fuori dai nostri confini dove sono inferiori anche gli ingressi agli spettacoli ogni 1000 abitanti (3745 a 3267 nel dato aggiornato al 2015). Il valore medio nazionale della spesa totale dei turisti stranieri nel 2015 è stato invece quantificato in 316 milioni di euro mentre nello spezzino si è fermato a 251.
Si scende, ma non troppo (posizione 32), per quanto riguarda Ambiente, servizi e welfare, categoria però nella quale gli ottimi riscontri negli indici su ecosistema urbano, escursione climatica e copertura di banda larga sono in netto contrasto con il tasso di emigrazione ospedaliera che ci vede ultimi in Italia con un valore di 27 rispetto alla media nazionale di 9,2.

Nella categoria di reddito e consumi La Spezia si attesta entro le prime 50 eccellendo nel patrimonio immobiliare residenziale pro capite, nel pil pro capite e nella media mensile delle pensioni. Più bassi rispetto alla media sono invece depositi bancari, canoni di locazione e spese in beni durevoli per famiglia. Le note dolenti, tradotte in posizione nazionale numero 72, arrivano con affari, lavoro ed innovazione nonostante una media di occupazione totale e disoccupazione fra i giovani più incoraggianti rispetto alle altre province. Si scende infatti al 70esimo posto nella percentuale di export sul pil, al 79esimo posto per imprese registrate ogni 100 abitanti e addirittura all'83esimo per le start up. Nella categoria “Giustizia, sicurezza, reati” La Spezia sale per quanto riguarda i furti d'auto – 47 su una media di 110 ogni centomila abitanti – e sull'indice di rotazione contenzioso. Andamento che crolla per truffe e frodi informatiche (posizione numero 90), scippi e borseggi (95 su 110).
Alla voce demografica infine vale il quarto posto nazionale il saldo migratorio interno ogni mille abitanti ma si scende al 75esimo per densità di abitanti per chilometro quadrato; all'88esimo per i laureati sotto i trent'anni ogni mille abitanti e addirittura al 104esimo per indice di vecchiaia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure