Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 26 Novembre - ore 13.34

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Rsa Mazzini, tempo scaduto. I sindacati annunciano: “Sciopero il 1° dicembre”

Le parti sociali intervengono dopo l'audizione del dottor Crecchi: "Non è vero che all'inizio del periodo Covid ci fossero più medici in struttura nè che ci sia stato uno spreco di dpi". E contestano la dichiarazione di 50 esuberi.

la mazzini deve rimanere una rsa
Rsa Mazzini, tempo scaduto. I sindacati annunciano: “Sciopero il 1° dicembre”

La Spezia - “Il tentativo di dialogo chiesto ad Asl 5 e Kcs sul futuro della RSA Mazzini non ha prodotto alcun risultato. Inoltre, consideriamo gravi le ultime dichiarazioni del Dottor Crecchi, che ha annunciato in modio unilaterale 50 esuberi e scaricato ancora una volta sui lavoratori la responsabilità del dilagare del contagio". Le segreterie Fp Cgil, Filcams Cgil, Fisascat Cisl, Uil Fpl, Uiltrasporti, annunciano uno sciopero del personale della struttura per il prossimo primo dicembre dopo l'audizione del dirigente della Kcs, cooperativa che ha vinto la gara d'appalto per la gestione della Rsa Mazzini e che ieri sera era intervenuto nel corso della III commissione consiliare (il nostro resconto): "Durante l'audizione alla quale le sigle sindacali non sono state invitate, il dottor Crecchi ha dichiarato tutta una serie di palesi inesattezze: non è vero che all'inizio del periodo Covid ci fossero più medici in struttura, c'era solo un medico; non è vero che c'è stato uno spreco di dpi. Se il contagio si è propagato è proprio perché non c'erano dp sufficienti ed a norma per il personale (quando si è presentata la squadra GSAT ha verificato che il personale non aveva una vestizione idonea) e mancava la separazione percorsi “sporco pulito”.

Le sigle sindacali contestano la dichiarazione di 50 esuberi, così come la negata aspettativa ai dipendenti che l'hanno richiesta e la compilazione dei turni giorno per giorno: "Una situazione inaccettabile. Ad oggi non abbiamo ancora una convocazione ufficiale per l'incontro con Asl e Kcs; e non abbiamo notizie sulla avvenuta firma della convenzione. Si rincorrono invece le voci dell'intenzione di riportare alla Mazzini pazienti Covid. Anche questo punto per noi è inaccettabile: la Mazzini deve continuare a svolgere il suo ruolo di rsa ed i pazienti Covid devono essere assistiti in strutture idonee".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News