Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 01 Dicembre - ore 22.11

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Ristoratori, baristi e politica in piazza contro l'ultimo Dpcm

Da Piazza Europa a Piazza Mentana alcune centinaia di persone hanno manifestato contro le restrizioni imposte dal governo per contrastare la crescita dei contagi.

Nonostante il divieto regionale di manifestazioni

La Spezia - Alcune decine di manifestanti e alcuni striscioni si sono riuniti questa sera a partire dalle 18 in Piazza Europa, davanti a Palazzo Civico. Nonostante viga su tutto il territorio regionale il divieto di manifestazioni pubbliche (e private) un manipolo di persone, fra ristoratori, titolari di affittacamere, partite Iva, esponenti politici ma anche gente comune che aveva appreso della manifestazione in mattinata, si sono dati appuntamento attraverso il tam tam dei social per manifestare la propria contrarietà nei confronti della chiusura anticipata alle 18 per bar e ristoranti. Tra i volti noti spiccavano quelli di militanti di estrema destra, ma anche della sinistra radicale e alcuni esponenti dell'amministrazione comunale.

Dietro allo striscione "No al nuovo Dpcm" e a quelli del drappo "Anche il lockdown uccide" gli animatori della manifestazione hanno lanciato slogan di protesta nei confronti del governo e poi, seguiti da oltre 300 persone, fra categorie interessate e simpatizzanti, hanno imboccato Via Veneto, per poi svoltare a sinistra in Via XX settembre e sfilare in Viale Italia. Per diversi minuti il traffico di Viale Italia ha fatto i conti con il corteo, mentre le forze dell'ordine si occupavano di accompagnare i manifestanti (anche se, come detto, per ordinanza regionale la manifestazione non avrebbe potuto svolgersi) e di regolare il flusso delle auto. All'altezza di Via Diaz il torpedone, nel frattempo arrivato a superare le 500 persone, si è diretto verso Piazza Mentana, dove sono stati ripetuti gli slogan contrari al dpcm e alle decisioni del governo Conte. Dal megafono oltre ad un disagio generico legato alle difficoltà economiche che il Covid ha reso ancor più evidenti, qualcuno ha portato l'attenzione anche sul mondo della cultura, colpito dalle restrizioni come, se non in maniera ancora più forte, quello della ristorazione e dei locali notturni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News