Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 20 Settembre - ore 21.16

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Rifiuti, le risposte del primo giorno con i nuovi cassonetti

L'assessore all'Ambiente replica alle domande poste dai lettori di CDS e spiega come si completerà il sistema sperimentale di raccolta.

Le trappole per i furbetti
Rifiuti, le risposte del primo giorno con i nuovi cassonetti

La Spezia - La presenza dei nuovi bidoni della raccolta differenziata in centro ha attirato l'attenzione di molti. La scorsa settimana qualcuno si domandava come fosse possibile pensare di lasciare dei cassonetti nel bel mezzo di Piazza del Bastione, senza pensare che potessero essere lì per farli conoscere all'utenza.
Un'opera di informazione che prosegue anche in questi primi giorni di entrata in funzione del nuovo sistema sperimentale di raccolta dei rifiuti, che in centro sostituisce le postazioni mobili e il calendario del porta a porta con isole fisse e possibilità di conferire in ogni momento di qualsiasi giorno. Una scelta, quella fatta dall'amministrazione comunale, che mira a rendere più semplici il mantenimento del decoro e il conferimento da parte dei cittadini. Quello che rimane da verificare sarà la capacità di differenziare buone quantità di rifiuti in valori percentuali.

Per qualcuno, infatti, il ritorno ai bidoni e al conferimento libero potrebbe significare il disincentivo al rispetto delle regole. Ne abbiamo parlato con l'assessore all'Ambiente, Kristopher Casati, sottoponendogli gli interrogativi di alcuni lettori.
Teoricamente sarà possibile non differenziare i rifiuti e conferire quotidianamente nella campana del residuo?
"Nel corso dei primi giorni non potremo combattere un eventuale comportamento di questo tipo - spiega Casati a CDS -, ma nel giro di una settimana, con il completamento della distribuzione delle eco card ai residenti, potremo iniziare a regolare l'apertura dei cassonetti solo per i possessori della tessera e contemporaneamente controllare l'attività degli utenti. Il nostro obiettivo è andare verso la tariffazione puntuale, ma potremo anche sapere ogni volta che un utente apre il cassonetto del residuo, che per altro è l'unico con il limitatore a 30 litri per evitare che vengano introdotte quantità troppo elevate di materiale non differenziato. Il regolamento impone ai residenti di fare la differenziata: se noteremo comportamenti anomali interverremo con gli addetti e con le sanzioni".

Ecco invece la risposta a chi teme che i contenitori dell'umido potranno essere fonte di miasmi nel periodo estivo. "Si tratta di contenitori sigillati: si apre solamente lo sportello - afferma l'assessore - e inoltre sono presenti sensori che si attivano quando il livello di riempimento arriva al 70 per cento e richiedono l'invio del mezzo per lo svuotamento. Ovviamente, se ci renderemo conto che sarà utile svuotare i cassonetti con maggiore frequenza modificheremo i valori di esercizio dei sensori: se necessario ci saranno anche più viaggi al giorno. In ogni caso questi cassonetti sono gli stessi che sono stati installati a Porto Venere e hanno dato buoni risultati".

"La distribuzione delle isole - spiega Casati quando gli sottoponiamo le perplessità di alcuni abitanti del centro, che hanno notato molti cassonetti nei dintorni del proprio palazzo - è stata effettuata in base alla densità di popolazione. In alcune zone del centro ci sono migliaia di abitanti ai quali, rispetto a quello che accadeva per le postazioni mobili, si devono aggiungere le utenze non domestiche, tranne bar, ristoranti e grande distribuzione".

Mentre in centro gli operatori proseguono nella spiegazione del funzionamento del nuovo servizio di raccolta, nelle cassette delle lettere spuntano le buste di SpeziaRisorse contenenti le eco card, la cui funzione inizierà a breve.
"Nell'arco della settimana contiamo di arrivare alla fine della distribuzione delle tessere, così da poter attivare l'apertura tramite badge e portare a regime il grosso della sperimentazione. Intanto le altre 21 postazioni saranno collocate in periferia a partire dal 5 marzo: saranno uguali a quelle collocate in centro, ma si affiancheranno al servizio di porta a porta che, a differenza di quanto accade in centro, rimarrà attivo con il suo calendario dei conferimenti".

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Illustrazione dei nuovi cassonetti della raccolta differenziata Archivio CDS
Uno dei nuovi cassonetti della raccolta differenziata Archivio CDS


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News