Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 21 Settembre - ore 11.28

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Ricucita la collina di Montalbano | Foto

Una frana nel 2011 aveva tagliato Via Marconi interrompendo la strada che scende a Isola. Oggi l'inaugurazione del bypass che salta il movimento di terra. Peracchini: "Lo avevamo promesso".

ecco il bypass
Ricucita la collina di Montalbano

La Spezia - Ecco il bypass di Montalbano lungo Via Marconi, quello che salta la frana che dal 2011 ha interrotto il percorso collinare che scende verso Isola. Oggi l'inaugurazione dopo un anno di cantiere. “Inauguriamo un progetto semplice e non costoso che ci permette di riunire le famiglie che vivono qui. Si sono susseguiti anni e anni di studi, analisi, ricerche e ingenti risorse economiche spese senza che mai si fosse trovata una soluzione. Appena eletto, sono stato al tradizionale appuntamento con l'aperitivo sotto la frana che la cittadinanza organizzava come appello alle istituzioni per ricordare la vergognosa situazione locale mai risolta. Tre anni fa lo abbiamo promesso in campagna elettorale ed eccoci qui. Il covid e tre mesi di piogge hanno fatto perdere un po’ di tempo: un risultato che abbiamo ottenuto grazie anche al grande lavoro di squadra con Regione Liguria”, le parole del sindaco Pierluigi Peracchini. "Per me è un giorno speciale come amministratore, geologo, cittadino - dice l'assessore Luca Piaggi -. Siamo ripartiti da zero con una nuova vision di un problema che all’inizio sembrava insormontabile. Invece i risultati sono qui davanti a noi. Collegare di nuovo la viabilità collinare è un grande risultato, soprattutto per i tanti cittadini che vivono quelle aree, fino ad ora drasticamente limitati dalla frana”.

Da Genova sono calati sia il governatore Toti che l'assessore Giacomo Giampedrone. "Chiedo scusa per quelli che non lo hanno fatto prima di noi - punge quest'ultimo -. Quando la politica vuole togliersi la divisa di parte si possono fare ottime cose. Essere qua oggi dopo un inverno non certamente facile credo che sia qualcosa di molto importante per tutte le istituzioni. Grazie a tutti voi, sempre costruttivi e mai denigratori verso le istituzioni”.
"Sono contento di esser qua, al di là che come istituzioni arriviamo in ritardo - sottolinea Toti -. Ma è un pezzo di lavoro importante, meno visibile di altri: il nostro territorio da Ventimiglia a Sarzana va ricucito pezzo per pezzo: una grandissima opera complessiva per il quale ci vuole tempo. Con tutte le difficoltà e con leggi che non ci aiutano, vedi la situazione della Variante Aurelia, sono lavori complessi ma se ci si crede si arriva in fondo. Sono i lavori quotidiani, la messa in sicurezza del territorio, ciò in cui abbiamo investito molto... è il simbolo della politica che si riappropria dei suoi compiti”.

Un ponte lungo 40 metri
. Le opere strutturali realizzate nel corso degli anni per rendere nuovamente agibili le sedi stradali sia di via Montalbano che di via Marconi, la prima a monte e la seconda a valle del distretto franoso, hanno recentemente reso possibile la riapertura al traffico veicolare di via Montalbano, mentre maggiori difficoltà si sono riscontrate nell’individuazione di una soluzione adeguata alla riapertura di via Marconi. In base al progetto esecutivo presentato dall’Amministrazione Peracchini, sono state effettuate opere di protezione passiva di Via Marconi, così da consentirne la riapertura attraverso un ponte. Sono stati inoltre previsti interventi di risistemazione del piede della frana di Montalbano e la regimazione delle acque del canale. Le risorse per l’intervento sono state stanziate nell’ambito del FESR (Fondo Europeo di Sviluppo Regionale) per 587.341 mila euro e integrate con fondi comunali per 552.658, contributo regionale di 30 mila euro e contributo statale di 30 mila euro, per un importo complessivo di 1, 2 milioni di euro. I lavori, affidati al RTI (Raggruppamento temporaneo di imprese) EDIL DUE S.r.l. con sede a Genova, hanno consentito il ripristino della zona in tempi ragionevolmente brevi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Fotogallery

Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News