Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 12 Dicembre - ore 16.19

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Riallacciati i rapporti con la Cina. "Ma serve concretezza" | Foto

Il sindaco Peracchini e l'assessore Asti hanno fatto il bilancio della trasferta istituzionale nelle città di Nanning e Zhuhai.

Si va verso il gemellaggio
Riallacciati i rapporti con la Cina. "Ma serve concretezza"

La Spezia - Uno stadio da 60mila posti, per una squadra professionistica che ancora non c'è. E parate di edifici residenziali che attendono l'imminente aumento demografico. Sono solo due degli esempi della enorme capacità di pianificazione che ha colpito il sindaco Pierluigi Peracchini e l'assessore al Turismo e alla Cultura Paolo Asti nel corso della trasferta istituzionale che hanno effettuato in Cina nella scorse settimane, facendo tappa nelle città di Nanning e Zhuhai, tra le altre.
"Lo Stato elabora piani quinquennali per l'innovazione e lo sviluppo che si ripercuoto su ogni aspetto della vita del popolo cinese, anche quello urbanistico", ha sottolineato questa mattina Peracchini nel corso della conferenza stampa in cui sono stati presentati i risultati del viaggio. Effetti che si vedranno nell'immediato futuro, con scambi di tipo culturale e formativo, partnership a carattere turistico e, infine, con il naturale approdo del rapporto di amicizia che si è instaurato: la stipula di un gemellaggio con la città di Nanning, metropoli da tre milioni di abitanti collegata alla zona franca di Macao e Hong Kong dal ponte più lungo del mondo, lungo 50 chilometri (30 sopra il mare e 20 al di sotto) e realizzato quasi totalmente in soli sette anni.

"Non dobbiamo più pensare alla Cina che ci è stata raccontata sino a qualche anno fa - ha proseguito Peracchini -. Gli stipendi sono come i nostri, se non più elevati. Nell'azienda del nostro concittadino Mattia Pinza, che opera nel settore del cibo e del bere in stile italiano, un manager guadagna 120mila euro all'anno, un impiegato 1.200 al mese. Non è più il Paese che fotocopia quello che fanno gli altri, presto saremo noi a dover replicare ciò che producono loro e il modello con il quale operano. Per continuare nell'interlocuzione con i partner che ci sono stati presentati dal nostro accompagnatore Giovanni Zhou Wanli, che riveste anche la carica di vice presidente della Camera di commercio generale cinese e di presidente dell’associazione italo-cinese di arte e cultura "Puccini", dovremo però prima di tutto dimostrare di essere affidabili e concreti. E' quello che ci è stato richiesto più volte".
Nel 2019 sarà La Spezia a ospitare alcune delegazioni cinesi, interessate ad approfondire la conoscenza nell'ambito della nautica di alto livello, della cultura, del turismo dell'opera e del conservatorio cittadino.

"Abbiamo vissuto una grande occasione di promozione della nostra città, rappresentando l'Italia in un incontro con altre dodici delegazioni provenienti da tutto il mondo, da Israele al Canada, dalla Svezia al Giappone. Questa mattina - ha aggiunto Asti - abbiamo registrato la disponibilità della preside dell'alberghiero "Casini" per effettuare stage formativi in Cina per gli studenti della scuola. Sia noi che loro proveniamo da culture con radici potenti: il momento che stiamo vivendo è molto diverso ma sono convinto che possiamo entrambi guardare con ottimismo al futuro".
Tra gli obiettivi che Asti punta a centrare c'è quello di portare la prossima edizione del Festival internazionale del jazz della Spezia in Cina: "Abbiamo avviato i contatti e c'è stata sin dall'inizio una sintonia forte. Sono certo che i risultati arriveranno. Anche dal lato del turismo, con la proposta di inserire il nostro golfo negli itinerari dei tour operator asiatici. Solitamente vengono toccate le città di Roma, Firenze e Venezia, che insieme a Napoli e La Spezia facevano parte del grand tour della borghesia ottocentesca. Un elemento, questo, che ha molto colpito i nostri interlocutori, molto attenti alla tradizione".

Da una Cina meridionale in cui il cielo è azzurro come in Europa (le città più inquinate sono al nord, ma le istituzioni stanno iniziando a correre ai ripari) anche grazie a normative che, per esempio, impongono la vendita dei soli motorini elettrici, Peracchini e Asti sono tornati con un bagaglio di esperienze e di opportunità, che ora devono essere messe a frutto. anche perché la potenza economica e finanziaria del popolo cinese è un aspetto che non sfugge di certo ai numerosissimi territori italiani ed europei con i quali La Spezia è in competizione.

L'accordo preliminare di cooperazione con la città cinese di Nanning, destinato a sfociare in gemellaggio è stato firmato. Con Zhuhai esisteva già un accordo di cooperazione, ma questa è la prima volta che l’amministrazione comunale è andata visita.
L’accordo, siglato in una “Lettera d’intenti” datata 8 giugno 2018, contiene l’impegno reciproco a promuovere contatti amichevoli tra La Spezia e Nanning, a realizzare scambi e cooperazione nei settori quali cultura, turismo, commercio, istruzione, sport, industria e agricoltura, scambi tra giovani, con l'obiettivo di promuovere la prosperità e lo sviluppo delle due città. Inoltre, al fine di mantenere e rafforzare le relazioni di amicizia tra i rispettivi abitanti, gli amministratori hanno sottoscritto l’impegno a compiere visite ed incontri che verteranno sulle questioni inerenti alla loro cooperazione.

L’accordo rappresenta un’importante opportunità di sodalizio con quella che viene classificata tra le prime dieci città cinesi in ambito turistico: capitale della regione autonoma del Guangxi, nel sud del Paese, Nanning è un attivo polo commerciale e industriale, conta circa due milioni e mezzo di abitanti ed è destinata ad espandersi ulteriormente nel giro dei prossimi cinque anni. Pur essendo una metropoli, possiede caratteristiche morfologiche e geografiche simili alla nostra città.
La visita del sindaco a Nanning ha destato grande interesse fra i media locali. La notizia dell’accordo di cooperazione siglato con La Spezia, infatti, è stata rilanciata dai telegiornali locali e ripresa dai quotidiani cittadini, raggiungendo in questo modo milioni di spettatori e lettori. Una visibilità grandissima e un ottimo spot di promozione turistica.

Un’altra importante tappa del tour è stata la visita alla Guangxi Arts University, una scuola d’arte fondata nel 1938 e composta da due campus, che si estende per una superficie di 107.400 metri quadrati. Peracchini e Asti hanno potuto apprezzare i campus dove gli studenti svolgono le loro attività didattiche e hanno donato al direttore della scuola alcune pubblicazioni edite dai musei cittadini.
A seguito della visita è nata l’idea di attivare scambi culturali tra giovani cinesi e spezzini finalizzati allo svolgimento di eventi, con particolare attenzione alla collaborazione in occasione del prossimo Festival del jazz, che si è presentato forte del riscontro ottenuto quest’anno con l’America e con la città di New York.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Fotogallery

Notizie La Spezia










Quanto spenderete per i regali di Natale?


































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News