Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 25 Marzo - ore 16.34

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Raccolta dei rifiuti, più porta a porta e quattro postazioni mobili in meno

Nei prossimi giorni saranno rimossi i cassonetti temporanei dalle zone più esterne del centro cittadino, bersagliate dagli abbandoni.

Raccolta dei rifiuti, più porta a porta e quattro postazioni mobili in meno

La Spezia - Le postazioni mobili per la raccolta dei rifiuti in centro sono spesso ricettacolo di decine e decine di sacchetti della spazzatura, conferiti in maniera sbagliata e nella maggioranza dei casi da parte di cittadini che non vivono nella zona al servizio della quale sono collocati i cassonetti e i bidoni dei rispettivi materiali che restano a disposizione dall'alba all'ora di pranzo.
Per questo, come anticipato da CDS oltre un mese fa, entro una settimana saranno soppresse quattro di quelle più esterne, particolarmente prese di mira dagli highlander del turismo del rifiuto, quelli che non si rassegnano al porta a porta e alla differenziazione dell'immondizia e ogni mattina salgono in auto col sacchetto da gettare nella postazione mobile più vicina al posto di lavoro.

"Nella complicata gestione del ciclo dei rifiuti - spiega l'assessore al Ciclo dei rifiuti, Jacopo Tartarini - abbiamo due diversi meccanismi. Il porta a porta è quello principale e infine accettato dalla maggior parte dei cittadini, che hanno visto migliorare il servizio e hanno diminuito fortemente le lamentele, che restano per carenze che possiamo definire fisiologiche. Diverso, ovviamente, è il discorso per quel che riguarda gli abbandoni. Nella zona pedonale, invece, abbiamo le postazioni mobili, un sistema di conferimento più morbido: assomigliano a cassonetti che restano a disposizione dall'alba all'ora di pranzo. E per questa loro caratteristica sono bersagliate dagli abbandoni da parte di cittadini che vivono altrove, altrimenti non si spiegano certi accumuli, soprattutto nei giorni in cui viene raccolto il residuo. Abbiamo anche tre addetti di Acam Ambiente che girano tra i punti di conferimento per verificare che il sistema venga utilizzato nel modo corretto. Questo ci consente di avere una qualità del rifiuto buona anche nelle postazioni, anche se peggiore rispetto a quella del porta a porta. Nei prossimi giorni interverremo rimuovendone alcune, ed espandendo ulteriormente il porta a porta perché vengono sommerse dai sacchetti, che in alcuni casi vengono lasciati nelle piazzole al pomeriggio".

Le postazioni e le zone interessate dal cambiamento
Delle 19 postazioni mobili attive oggi quattro (quelle che nella mappa hanno la stellina inscritta in un cerchio) verranno eliminate, con il contestuale rafforzamento della raccolta porta a porta nelle rispettive zone. Si tratta, come detto, di quelle più esterne, vittime di abbandoni cospicui. A scomparire saranno quella di Via Piave e quella di Piazza Matteotti da un lato, e quelle di Via Rattazzi e di Via de' Nobili dall'altro. Resterà attiva, ma sub iudice, quella di Via Roma (all'altezza dei Basko).
"Non tutte le postazioni - prosegue Tartarini - vengono utilizzate in egual modo. Quelle che andremo a rimuovere si sono sempre mostrate problematiche, con piramidi di sacchetti inaccettabili. Quella dietro l'Inps, in Viale Mazzini, al contrario è risultata poco usata, ma vedremo ora, con Piazza Verdi a regime, se sarà il caso di mantenerla oppure no. Anche in Piazza Saint Bon la situazione è particolare, avendo la zona caratteristiche da area pedonale, che complicano lo svolgimento del porta a porta. Per questo valuteremo se aggiungerne una tra la piazza e Via Spallanzani. Queste riflessioni puntuali su ogni singolo caso - continua l'assessore - dimostrano che cerchiamo di andare incontro alla cittadinanza, e che non vogliamo in alcun modo complicare la vita alle persone. Né facilitare a priori lo svolgimento del servizio da parte di Acam Ambiente, che peraltro preferirebbe le postazioni all'ampliamento del porta a porta".

Come ha spiegato Marco Fanton, direttore di Acam Ambiente, nelle zone interessate dalla rimozione delle postazioni mobili sarà in vigore il porta a porta con ritiro notturno (tra le 6 e le 7 del mattino) ed esposizione dei rifiuti tra le 21 e le 24.
"Il servizio è già partito ed è già funzionante - chiarisce - i cittadini lo possono sperimentare già ora, con la pratica si scopre che è semplice. Se avessero bisogno di informazioni relative ai calendari o di ritirare i kit per il porta a porta possono rivolgersi all'ufficio di Via Picco 28, dalle 8.30 alle 14".

L'ampliamento del porta a porta dovrebbe così essere concluso, visto che la zona pedonale - nella quale restano attive le 15 postazioni mobili illustrate nella mappa con la sola stellina - non consente il transito dei mezzi per questioni logistiche e di rumore.
Non sono finite, invece, le novità per quel che riguarda il servizio di raccolta dei rifiuti nel suo complesso.
Acam Ambiente ha acquistato un'isola ecologica mobile, che entrerà in servizio da febbraio. "Seguirà un calendario come la raccolta degli ingombranti - spiegano Fanton, Tartarini e il funzionario Federico Colombo - e sarà utile soprattutto per rispondere alle esigenze di conferimento di affittacamere e b&b, posizionandosi mattina e pomeriggio in luoghi diversi".
Inoltre gli operatori di Piazza Cavour si sono attivati per collocare un compattatore di plastica e lattine nella piazza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure