Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 18 Gennaio - ore 22.09

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Polizia di Stato, un intenso anno di lavoro con il Covid nella quotidianità

Il bilancio della Questura dopo un 2020 in cui il calo della delittuosità registrato è in linea con il dato nazionale, più marcato per i reati predatori. Aumentano significativamente la litigiosità e le violenze domestiche.

più giovani refrattari alle regole
Polizia di Stato, un intenso anno di lavoro con il Covid nella quotidianità

La Spezia - Si è concluso da pochi giorni un anno decisamente impegnativo anche sul fronte della sicurezza. Le forze dell'ordine sono state naturalmente in prima linea per assicurare le misure di sicurezza emergenziali senza dimenticare il consueto lavoro quotidiano. Prima di tracciarne il consueto bilancio, il Questore della Spezia Burdese ha voluto rivolgere un
sincero pensiero di assoluta vicinanza alle vittime del Covid, alle loro famiglie, a tutti coloro che direttamente e indirettamente ne hanno subito le severe conseguenze sulle loro persone, affetti e attività; ai sanitari, determinanti per superare l’emergenza e a cui desidera esprimere profonda gratitudine. Vicinanza concreta, di prossimità, come quella
portata avanti a partire dallo scorso febbraio dagli uomini e dalle donne della Polizia di Stato spezzina, che hanno saputo imprimere alla funzione di polizia un rinnovato significato di servizio alla collettività.

Un anno anomalo e difficile: "Saremo ancora punto di riferimento per i cittadini".
Come detto, lo sforzo organizzativo espresso nei quotidiani servizi anticontagio è stato quello di rimodulare l’azione di polizia, di volta in volta, in base alle diverse fasi dell’emergenza sanitaria, proprio per rispondere in modo adeguato alle eccezionali esigenze poste dal contesto pandemico e dalla normativa sempre in evoluzione. Gli agenti su strada l’hanno
reso con grande spirito di servizio, attendendo a compiti nuovi, non facili, cercando di privilegiare equilibrio e umanità nell’approcciarsi alle persone, sapendole già gravate da tante preoccupazioni, dosando il dovuto rigore secondo necessità. Questa è l’occasione per riconoscerne il valore e il merito. D'aiuto in questo contesto è stato il comportamento responsabile, il senso civico della maggior parte delle persone, ora più che mai primi e insostituibili protagonisti della salute individuale e collettiva, responsabilità su cui c’è bisogno di fare ancora affidamento. Si è concluso un anno difficile, in cui il sistema sicurezza provinciale ha operato in piena sinergia, coordinato dal Prefetto, nella totale condivisione delle priorità e tendendo al massimo le proprie capacità di ascolto del territorio e di servizio. "E’ su queste basi che, qui in Questura, lavoreremo per continuare ad essere punto di riferimento dei nostri concittadini, cercando di accompagnarli nelle sfide del nuovo anno, assicurando il nostro impegno quotidiano per la sicurezza di ognuno, in strada, in ufficio, al telefono". L’anno appena trascorso, pur nella sua complessità, ha visto la Questura della Provincia della Spezia contestualmente concentrata sulle proprie mission istituzionali: il Controllo del Territorio, la Polizia Giudiziaria, la Polizia di Prevenzione, l’Ordine e Sicurezza Pubblica, la Polizia Amministrativa Sociale e dell’Immigrazione. La rinnovata strategia dei servizi che ha puntato su attività a proiezione esterna, potenziando al massimo il controllo e presidio del territorio, ha elevato gli standard di sicurezza, come è emerso dal confronto dei risultati operativi raggiunti nel 2020 rispetto al 2019.

Un anno di lavoro in numeri.
La sintesi delle attività di prevenzione e repressione svolte nell’anno da tutte le articolazioni della Questura, compreso il Commissariato di Sarzana, ha consentito di procedere a 14.891 controlli su strada con l’identificazione sul posto di 30.958 persone, a fronte delle 21.003 dello scorso anno; alla denuncia a piede libero di 562 persone di cui 215 stranieri ed alla denuncia in stato di arresto o fermo di 76 persone, di cui 56 stranieri a fronte delle 58 complessive del 2019; nonché di controllare 11.204 documenti e 13.122 veicoli, rispettivamente 2113 e 4000 in più dell’anno precedente.
Il calo della delittuosità registrato è in linea con il dato nazionale e riguarda tutte le fattispecie penali, più marcato per i reati predatori. A fronte delle minori esigenze di sicurezza connesse all’attuazione delle restrizioni sanitarie, si è rilevato da fine aprile un aumento significativo della litigiosità nelle relazioni interpersonali, anche condominiali, un inasprimento delle condotte di violenza domestica, per cui sono stati potenziati i servizi di settore (undici i casi di Codice Rosso trattati) ed una certa aggressività e refrattarietà al rispetto delle regole da parte di nuove aggregazioni giovanili che, pur non avendo toccato episodi di violenza come avvenuto in altre città, hanno comunque imposto sia nel capoluogo che a Sarzana un’azione mirata di contenimento e repressione.

Si riepilogano i dati più significativi relativi alle principali macroaree di attività di polizia:

Attività di prevenzione, controllo del territorio e soccorso pubblico
.
Sono pervenute 13835 chiamate alla Sala Operativa della Questura della Spezia inoltrate dal 112, mentre i conseguenti interventi effettuati sul territorio sono stati 3644. Sono giunte 656 chiamate alla Sala Operativa del Commissariato di Sarzana inoltrate dal 112, mentre i conseguenti interventi effettuati sul territorio sono stati 583. Il Questore ha impresso il massimo impulso al controllo del territorio, con servizi ordinari assicurati nelle 24 ore dalle Volanti e servizi straordinari assicurati con rinforzi e specialisti appositamente richiesti al Ministero, tratti dal Reparto Prevenzione Crimine o dal Reparto Mobile di Genova, impiegati nei quadranti orari e nelle aree gravate da particolari dinamiche criminose o di devianza. La strategia delle attività operative è stata elaborata in ragione delle risultanze d’ufficio, in primis denunce, esposti, telefonate al 113, dei contributi degli uffici investigativi e di analisi, ma anche delle segnalazioni di cittadini e comitati spontanei, con cui si è cercato di mantenere un dialogo constante e costruttivo. La sinergia con le Specialità della Polizia di Stato ha poi consentito di estendere i servizi dinamici di presidio del territorio provinciale, migliorando i tempi di intervento e i risultati operativi. Nell’ambito delle attività di soccorso pubblico, numerosi sono stati i servizi volti al rintraccio di persone scomparse, minori, anziani o malati, le vigilanze e i monitoraggi connessi alle allerte meteo regionali, il pronto intervento in occasione di incendi e calamità.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News