Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 25 Maggio - ore 08.04

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Più sicurezza con la nuova sede ipertecnologica della Protezione civile

Inaugurati oggi gli spazi che accoglieranno il Centro operativo comunale. Dalle telecamere per il monitoraggio all'informatizzazione della gestione delle emergenze sono tante le novità al servizio del cittadino.

Più sicurezza con la nuova sede ipertecnologica della Protezione civile

La Spezia - "Questa è la terza inaugurazione frutto esclusivo dei 21 mesi della nostra amministrazione, dopo l’avvio dei lavori per la frana di Viseggi e Montalbano". Lo ha sottolineato questa mattina il sindaco della Spezia Pierluigi Peracchini nel corso dell'inaugurazione della nuova sede della Protezione civile, agli Stagnoni. Spazi riqualificati e, soprattutto, tanta, tantissima tecnologia in più, al servizio del cittadino.
"Una delle nostre prime azioni - ha proseguito il sindaco - è stata quella di impiegare le risorse del Por Fesr per un progetto che ristrutturasse la sede del Centro operativo comunale. Questa nuova sede ha il pregio di essere un’unica struttura maggiormente tecnologica, confortevole ed efficiente non solo per garantire un miglior coordinamento nel momento dell’emergenza, ma anche per migliorare la qualità del grande lavoro dei volontari nei momenti dell’allerta. Una sala operativa, diversi spazi per riunioni e incontri, una sala dedicata al riposo dei volontari. Quella di oggi, è una giornata di festa ma anche di commozione: abbiamo voluto dedicare la sala operativa a Mirko Ferretti, volontario della Protezione civile nella sezione della Spezia e membro dell’Associazione nazionale alpini, affinché il suo impegno da volontario rimanga sempre impresso nella memoria di ciascuno di noi. Con i cambiamenti climatici e la particolare geomorfologia del nostro territorio diventa sempre più importante essere preparati a dare risposte in tempi rapidi nelle situazioni di emergenza: solo così si possono salvare le vite delle persone. Un sentito ringraziamento alla Regione Liguria, all’assessore regionale alla Protezione civile Giacomo Giampedrone, all’assessore alla Protezione civile della Spezia Luca Piaggi, agli ingegneri Canneti e Rinaldi per la realizzazione della nuova sede e a tutti i volontari che ogni giorno si impegnano nella sicurezza e nella prevenzione del nostro territorio".

"Quello di oggi - ha aggiunto Piaggi - è un tassello fondamentale per la nostra struttura di Protezione civile: la sede è il vero centro nevralgico delle attività dei nostri volontari. Abbiamo implementato in maniera importante l'informatizzazione e il monitoraggio del territorio. Tutte le squadre operative, tra le altre cose, saranno georeferenziate e così potremo sapere in real time se hanno raggiunto il target, dove sono e cosa fanno. Questo significa più sicurezza per gli operatori e una migliore gestione della situazione".
Molto soddisfatto del lavoro svolto anche l'assessore Giampedrone: "Un Coc così migliora anche l'operatività della Sala operativa regionale. Avremo un sostegno dalle informazioni che giungeranno continuamente dalla Spezia e grazie alla tecnologia saranno abbattuti i tempi di reazione, sia nel controllo delle aree di rischio presenti sul territorio, sia nel corso delle fasi di allerta e urgenza. Per esempio grazie al diario di attività telematico, l'apertura e la chiusura delle pratiche relative alle segnalazioni sarà molto più capillare e puntuale. Così si risparmia tempo e poiché anche i Vigili del fuoco utilizzano la stessa tecnologia, si potrà dare il via a un meccanismo a tre teste. Ma anche nella vita quotidiana della Sala operativa ci saranno miglioramenti che renderanno più pronta e puntuale la risposta: con il monitoraggio continuo delle zone a rischio da parte delle telecamere gli operatori conosceranno meglio il territorio e sapranno precisamente cosa aspettarsi in caso di intervento. Stiamo investendo 3 milioni di euro sulla colonna mobile regionale e una parte dei mezzi potranno essere di stanza qua, ora che c'è un Coc di altissimo livello. Le risorse a disposizione non sono più di quelle che c'erano sino a qualche anno fa. E' la volontà politica che è cambiata, in Liguria e alla Spezia. Avere un assessore, come Piaggi, che è anche volontario di Protezione civile è un prezioso valore aggiunto".

L'assessore Giampedrone ha colto l'occasione per ritornare a chiedere maggiore collaborazione da parte di tutti gli enti.
"Spero che un Centro operativo così all'avanguardia possa essere una spinta per l'Autorità di sistema portuale a dotarsi di un piano di Protezione civile. Se il Comune ha fatto salto di qualità anche i porti devono avete un piano di intervento che parli la stessa lingua. Abbiamo visto a fine ottobre quali problemi si possono verificare: ora che andiamo verso una stagione di calma relativa è il momento di attivarsi per farsi trovare pronti. Sia il porto di Genova che quello della Spezia devono progredire nella cultura di sistema", ha concluso Giampedrone.

Le novità della nuova sede
Il progetto ha riguardato la ristrutturazione della sede del Coc, che temporaneamente era stata ricollocata nella sede distaccata comunale di Piazzale Giovanni XXIII per consentire lo svolgimento dei lavori agli Stagnoni.
I lavori di ristrutturazione, grazie al prezioso contributo della Regione Liguria, hanno consentito al Coc di disporre di nuove strutture e servizi all’avanguardia quali:
- Integrazione del sistema OMIRL in accordo con ARPAL (3 nuovi pluviometri - da 3 a 5);
- Accordo con INGV e implementazione di sistema di controllo pluviometrico mediante segnale satellitare;
- 1 nuovo generatore presso il COC e 1 presso il COM, entrambi con UPS (gruppo di continuità);
- Nuovo centralino telefonico tipo VOIP connesso in fibra ottica;
- Nuove radio dotate di sistema di geolocalizzazione;
- Videowall con relativo sistema di gestione;
- Sistema di reportistica degli eventi e APP per segnalazioni, collegate direttamente con la centrale COC.

La ristrutturazione del Coc rientra in un finanziamento che ha consentito la realizzazione o comunque l’inizio di altri lavori quali la risistemazione del versante di frana in località Visseggi, gli interventi di pulizia straordinaria dei canali nella zona est della città e il ripristino della viabilità in Via Marconi. Questi lavori sono stati programmati ed iniziati nei tempi previsti dai bandi, il che consentirà al Comune di accedere ad una seconda tranche di contributi erogati dalla Regione Liguria.
Infine gli uffici di Piazzale Giovanni XXIII ospiteranno il Centro operativo di Coordinamento provinciale attivato in occasione di gravi emergenze sul territorio, esteso anche ai Comuni di Lerici, Porto Venere e Riomaggiore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

L'assessore Luca Piaggi nella sede del Coc Archivio CDS
I volontari della Protezione civile
La nuova sede del Centro operativo comunale Archivio CDS
La nuova sede del Centro operativo comunale Archivio CDS


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News