Città della Spezia Liguria News Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 23 Febbraio - ore 20.52

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Piccola rivoluzione per il centro antiviolenza Irene

Pioggia di finanziamenti per la lotta alla violenza sulle donne. Se ne è discusso in una commissione sul sistema di protezione delle donne vittime di violenza e sulla ludoteca.

Piccola rivoluzione per il centro antiviolenza Irene

La Spezia - Nuovi finanziamenti e progetti per il centro antiviolenza Irene e aprire un canale anche per la Val di Vara. Novità occupazionali invece per la ludoteca civica sulla quale l'assessore Giorgi ha smentito qualunque voce sulla sua privatizzazione. Tutte conferme arrivate nel corso della commissione consiliare richiesta dalla consigliera comunale del Movimento cinque stelle Jessica De Muro per conoscere la filiera per la protezione delle donne vittima di violenza e il futuro della ludoteca.
A rispondere sono stati l'assessore Giulia Giorgi, Sara Madiai e David Virgilio rispettivamente coordinatori del centro Irene e degli uffici di decentramento e partecipazione.
Nel corso della commissione sono stati elencati i passaggi per garantire il percorso al quale si sottopongono le donne che si rivolgono ad Irene e agli sportelli. Nel 2017 ci sono stati 72 casi dei quali 43 le vittime erano donne italiane, 30 straniere. Hanno avuto accesso al centro 9 donne e 13 minori sette delle quali sono straniere e due italiane.

Per il 2018 l'assessore Giorgi ha in mente una piccola rivoluzione, a partire da un bando per l'affidamento dei servizi del centro a seguito del riscontro di alcune importanti mancanze: le operatrici del centro non avevano a disposizione un mezzo di trasporto. Per il bando c'è ancora un po' da aspettare e un altro nodo da sciogliere è legato alla quota di partecipazione di altri Comuni, con il decadimento della Provincia, è venuta meno.
“Dalla Regione - ha detto Giorgi - verranno finanziati 65mila euro dei quali 23mila euro saranno per i centri antiviolenza, la stessa cifra verrà stanziata per una casa esistente e 19mila euro in quota abitativa. C'è la possbilità di accedere ad un ulteriore bando regionale. La cifra complessiva che potrebbe arrivare per questo settore si attesta tra i 120 e i 140mila euro. Ho notato che però non ci sono bandi che consentano investimenti in conto capitale che diano maggiore elasticità nella spesa”-

“Per quello che concerne il coinvolgimento degli altri Comuni - ha proseguito Giorgi - ho preso contatti anche con alcuni sindaci della Val di Vara perchè non hanno sportelli di riferimento, come nel caso di Vittoria a Sarzana. A questo si aggiunge la necessità di istituire nuovamente il contributo che in passato era versato da tutti i Comuni per mantenere il servizio. Il mio intento è quello di coinvolgere i distretti socio-sanitari. E' un dovere civile”.

Archiviati i temi relativi al centro antiviolenza la commissione ha chiesto chiarimenti sulla ludoteca. La consigliera De Muro ha ripreso la parola chiedendo il funzionamento della struttura e l'ipotesi di una privatizzazione della stessa.
“Escludo ogni ipotesi di privatizzazione - ha detto Giorgi – la ludoteca è del Comune e tale rimarrà. L'unica preoccupazione era legata alla sostituzione del personale in vista di un paio di pensionamenti. Abbiamo deciso di integrare personale dai servizi educativi, che per età hanno maggiori difficoltà a seguire i bambini più piccoli”.

I numeri degli accessi. Nel 2017 hanno avuto accesso alla ludoteca 5.447 bambini e 1829 adulti e 69 insegnanti. Le iscrizioni annuali sono state 209, 170 quelle per il periodo dei servizi. Possono accedere alla ludoteca associazioni e esterne, come stabilito da una determina del 2013.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia










I SONDAGGI DI CDS

Matteo Salvini ha proposto la reintroduzione della leva obbligatoria per i giovani maschi. Tu che ne pensi?
































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News