Città della Spezia Liguria News Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 23 Aprile - ore 22.49

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Piazza del mercato, la proposta: vetrate laterali e piano rialzato | Foto

Gli architetti dello studio affiliato a Cna hanno presentato un'ipotesi per la valorizzazione di Piazza Cavour senza eliminare la struttura esistente, ma rivoluzionandone le funzioni.

L'idea progettuale di A2D2 + Fabbrica
Piazza del mercato, la proposta: vetrate laterali e piano rialzato

La Spezia - Una piazza del mercato nuova, quella progettata dagli architetti dello studio A2D2 + Fabbrica, con postazioni per lo street food, vetrate perimetrali, una copertura verde e un piano rialzato che ospiti punti di ristoro legati ai prodotti locali. Un'idea progettuale che sarà inserita tra le proposte del percorso di partecipazione impostato dal Comune e che riprenderà con la presentazione di alcune soluzioni alla cittadinanza intorno alla fine del mese di marzo.

Il progetto è stato presentato questa mattina nella sede di Cna, associazione di categoria di cui lo studio fa parte, attraverso la presenza nello sportello unico Cna Professioni.
"A pochi giorni dalle celebrazioni per il santo patrono della città abbiamo deciso di fare un agli spezzini - ha detto la presidente provinciale di Cna, Federica Maggiani -, proponendo l'idea progettuale nata dal confronto interno alla nostra associazione. Siamo infatti partiti dalle istanze degli operatori e il progetto è stato elaborato stimando di rimanere entro le risorse che l'amministrazione ha annunciato di mettere sul tavolo per riqualificare Piazza Cavour".

"Abbiamo lavorato per la riconfigurazione, il recupero e la valorizzazione di quello che è un centro commerciale naturale con grandi potenzialità di attrazione per cittadini e turisti", ha spiegato Daniela Cappelletti.
I progettisti sono partiti prendendo in considerazione i problemi che la piazza presenta attualmente, così da poter elaborare le soluzioni necessarie: dalle infiltrazioni nella copertura alla scarsa protezione delle tettoie centrali nei confronti di pioggia e sole, dalla necessità di sistemare le reti impiantistiche alle condizioni della pavimentazione, dall'accessibilità ai servizi igienici, dal sistema dei parcheggi circostanti alla viabilità, arrivando sino alle problematiche di utilizzo del magazzino che si trova in corrispondenza dello sprugolotto Cozzani.
Una serie di pecche alle quali far fronte con una spesa non superiore ai 4 milioni provenienti dal Fondo strategico regionale ottenuti da Palazzo Civico nelle scorse settimane.

Nessun intervento faraonico come la demolizione totale dell'esistente o la realizzazione di parcheggi sotterranei in struttura, dunque.
Ecco allora che gli architetti hanno pensato al mantenimento di gran parte della copertura attuale, eliminando solamente le tettoie centrali, ritenute sovradimensionate rispetto al contesto e inefficaci.
Via anche alla revisione dei flussi di traffico e alla pedonalizzazione delle vie immediatamente adiacenti il mercato, ampliando di fatto la superficie commerciale complessiva e coinvolgendo maggiormente i negozi a corona della piazza.
Ma la vera rivoluzione proposta da A2D2 + Fabbrica riguarda la chiusura dell'area coperta, con vetrate perimetrali per le due stecche divise da Corso Cavour e la realizzazione di un manto verde sulla copertura ondulata odierna, che potrebbe anche ospitare alcuni pannelli fotovoltaici. Una attenzione all'ecosostenibilità che si riflette anche nella destinazione pensata per lo sprugolotto: area verde attrezzata e stazione di ricarica di veicoli elettrici.

Dal punto di vista delle modifiche all'assetto interno della piazza sono stati previsti una ventina di box al piano terra, incastonati nelle vetrate e aperti sia verso l'interno che verso l'esterno della struttura. Elementi pensati per accogliere postazioni di steet food che propongano i prodotti del mercato cucinati e pronti per il consumo. Una vera tentazione per i turisti, ma anche per gli spezzini.
Altra novità assoluta è l'idea di realizzare una soppalcatura che permetta di sfruttare tutto il volume interno alle coperture grazie a un piano rialzato che ospiti punti di ristoro più tradizionali, ai quali accedere attraverso rampe di scale esterne e interne.

"Sono ben contento di questo input - ha commentato l'assessore alla Partecipazione e ai Lavori pubblici, Luca Piaggi - e anche del fatto che ci sia una sostanziale convergenza tra le istanze manifestate dagli associati di Cna e le risultanze del questionario che abbiamo predisposto lo scorso autunno. I dettagli saranno certamente tutti da definire, ma l'idea funzionale è questa, anche in considerazione delle risorse a disposizione. Altra certezza è che i lavori saranno svolti a moduli, consentendo quindi alla piazza di continuare a ospitare il mercato".
Soddisfatto della proposta anche l'assessore al Commercio, Lorenzo Brogi, che ha ricordato come il campagna elettorale lo stesso sindaco Pierluigi Peracchini avesse avanzato ipotesi di valorizzazione di Piazza Cavour che andavano nella direzione indicata dai progettisti di A2D2 + Fabbrica. "Abbiamo in mente di fare qualcosa come il mercato di San Miguel a Madrid, con occasioni di acquisto e consumo dei prodotti locali, da vendere magari in confezioni che riprendano un marchio identitario comune".

Una Piazza Cavour di respiro europeo, fruibile a tutte le ore del giorno e della sera, a misura di massaia e di turista. Un orizzonte che certamente soddisfa i palati di molti (se non di tutti), ma che deve fare i conti con la cronica pretesa degli spezzini di parcheggiare l'auto a due metri dal negozio prescelto e, in questo caso, di avere un'area parcheggio serale sempre a disposizione nel corso dei fine settimana.
Ecco perché saranno decisivi i raccordi con i parcheggi periferici, la creazione di nuove aree di sosta (e lo sguardo vola al di là del muro dell'arsenale) e l'istituzione di una mobilità alternativa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Fotogallery
I vertici di Cna, i progettisti e l'amministrazione Archivio CDS


Notizie La Spezia










Stagione virtualmente finita in casa Spezia, tempo di bilanci. Chi merita la conferma nel settore tecnico secondo i lettori?

































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News