Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 23 Giugno - ore 14.00

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Piazza Verdi, una nuova cospicua riserva da discutere con la ditta

Nec ha depositato un appunto di circa 800mila euro, ma in Comune si dicono tranquilli: "Normale dinamica degli appalti: non pagheremo un lavoro due volte". Se non ci sarà accordo si cercherà la responsabilità tra progettisti, fornitori e posatori.

Piazza Verdi, una nuova cospicua riserva da discutere con la ditta

La Spezia - Nuova tegola - per il momento solamente teorica - sul cantiere di Piazza Verdi che sta procedendo in questi giorni verso la conclusione definitiva dell'opera. Dopo l'inaugurazione e il Capodanno in piazza, restano infatti da completare la pavimentazione alla base dei portali, l'illuminazione e l'installazione di due pilastri in Via Micca e Via D'Azeglio, interventi che dovrebbero richiedere ancora tre settimane di lavori.

Nel frattempo, però, si è sparsa la voce di una nuova riserva presentata dalla ditta Nec, che ha svolto i lavori edili per 1,8 milioni di euro (più Iva). L'azienda - che in passato aveva richiesto una sorta di indennizzo per i fermo lavori subiti a più riprese a causa dei contenziosi e per la necessità di spostare il cantiere di qua e di là, strappando all'amministrazione un accordo bonario da 205mila euro - ha infatti depositato una riserva per una somma cospicua, a cinque zeri, compresa tra i 700mila e gli 800mila euro.
"Normali dinamiche degli appalti pubblici - afferma il dirigente del settore Lavori pubblici e Rup, Responsabile unico del procedimento, Claudio Cannetti -. Quando viene presentata la contabilità la ditta può iscrivere delle riserve, che non sono necessariamente spese dovute. L'impresa firma la contabilità, ma si riserva di presentare la richiesta di un pagamento ulteriore per le ragioni che ritiene".
Dopo 15 giorni queste riserve sono state effettivamente presentate, e l'entità è di quelle importanti.
"Ci sarà una valutazione da parte del direttore dei lavori, del collaudatore e del Rup (lo stesso Cannetti, Ndr). Si tratta di cifre che attengono al ritardo nei lavori e al rifacimento delle corsie carrabili, ma tra lo scrivere una riserva e il vederla riconosciuta ci passa molto. Se sarà ritenuta non dovuta non sarà pagato un euro, in caso contrario si potrà arrivare a un accordo bonario. Ma al momento non mettiamo in conto di spendere altri soldi".
A Palazzo Civico, infatti, considerano le giustificazioni della precedente riserva (quella riconosciuta) molto diverse: i lavori erano stati fermati per lungo tempo. "Vista la situazione fatta di stop che erano susseguiti all'infinito fu una cifra ritenuta equa, e una somma che in fine dei conti conveniva all'amministrazione", prosegue Cannetti.

Ora le parti ritorneranno a discutere, ma in questo caso il tema non sono i blocchi al cantiere. Al centro della questioni ci sarà il motivo che ha portato alla rottura delle lastre di travertino e delle zanelle all'interno e in prossimità delle corsie. "Ora valuteremo la buona tenuta delle modifiche effettuate, ma non pagheremo due volte lo stesso lavoro", afferma Cannetti.
Resta quindi da vedere quale sarà la mossa della Nec, che potrebbe decidere di avviare un contenzioso, se riterrà che i fatti non siano imputabili (esclusivamente) al lavoro di posa in opera. Nel caso anche il Comune deciderà il da farsi, per capire se sia trattato di un errore di posa, di progettazione o di fornitura dei materiali.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure