Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 09 Dicembre - ore 21.47

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Piazza Europa, dopo il taglio del nastro le perplessità dei comitati

Panchine troppo alte e carichi troppo pesanti tra gli interrogativi presentati all'amministrazione.

Piazza Europa, dopo il taglio del nastro le perplessità dei comitati
La Spezia - Dal parcheggio chiuso durante l’allerta rossa, alle panchine troppo alte, al carico che può supportare Piazza Europa. Sono questi i temi che oggi in commissione consiliare, a Palazzo civico, i comitati Piazza Verdi, Cernaia a Quartieri del Levante hanno voluto sviscerare assieme al vice sindaco Ruggia e Francesco Fiorino del Rup.
In sostanza i comitati rappresentati da Massimo Baldino Caratozzolo, l’architetto Branca e Rita Casagrande hanno ribadito alcune questioni, riguardo alla piazza che sarebbero rimaste in sospeso ben prima del taglio del nastro avvenuto sabato.
A lasciare perplessi i comitati sarebbe ancora la questione del carico che la piazza può supportare, le grate presenti sotto alle sedute e le sedute stesse giudicate troppo alte, le fontane che a loro avviso potrebbero diventare un covo di zanzare . Ultima perplessità anche la “fine” del vecchio porfido rimosso e sostituito da un’altra tipologia che misura qualche centimetro in più e sarebbe di qualità inferiore rispetto al precedente.

Il primo a rispondere agli interrogativi è stato il vice sindaco Ruggia partendo dalle fontane e dal porfido. “Le fontane - ha detto - sono dotate di un sistema di riciclo dell’acqua al momento, mentre il vecchio porfido verrà riutilizzato e al momento è custodito alle Casermette. Per quanto riguarda il carico che può supportare la piazza sarà mia premura fornire le schede tecniche. Inoltre per il collaudo è assolutamente in linea con quanto richiesto e quindi potranno transitare i mezzi nel momento in cui ce ne sarà la necessità”.

Fiorino del Rup ha aggiunto: “La caratteristiche del carico sono le stesse del 2010 e anche per il porfido è stato eseguito un provvedimento previsto nel progetto originale e sul travertino l’azienda ha dato delle garanzie. Sulla questione della grigliatura siamo stati messi davanti ad una scelta: posizionarla intorno alla piazza oppure dove si trova adesso. La scelta migliore è risultata la seconda opzione”.
Alla questione si sono aggiunte le domande poste dai consiglieri in merito al presidio dei vigili del fuoco e alla chiusura del parcheggio nella notte in cui era stata diramata l’allerta rossa, venerdì 15 ottobre, fino al mattino seguente.
Fiorino ha spiegato che non ci sono irregolarità, ma si tratta di un atto dovuto perché per apportare eventuali migliorie al sistema antincendio era necessario, stando ai termini previsti per legge di 60 giorni, un presidio dei vigili del fuoco per condurre queste verifiche.
Riguardo alla chiusura del parcheggio durante l’allerta rossa ha aggiunto: “La situazione descritta dai previsori era drammatica, per non incorrere in alcun rischio per la popolazione abbiamo disposto la chiusura dall’inizio dell’allerta alle 9.30 del mattino seguente”.
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure