Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 18 Giugno - ore 10.12

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Peracchini striglia i primari: "Facciano i medici, non politica"

La lettera sulla situazione sanitaria incassa il sostegno di sinistre e associazioni. Venerdì prossimo manifestazione promossa dal Manifesto per la sanità locale.

"Dovevano muoversi prima"

La Spezia - Giorni tesi per la sanità spezzina, alle prese sia con grane annose quali il cantiere del nuovo ospedale e l'organico sottodimensionato, sia con fatti recenti quali l'uscita di scena del direttore generale Andrea Conti – fattosi da parte ufficialmente perché gli si è appena dischiusa la possibilità del pensionamento – e la lettera aperta, sottoscritta da oltre la metà dei primari dell'Asl 5, in cui si fotografa “una situazione sanitaria disagiata e conflittuale come non mai”, con lampanti critiche alla gestione regionale della materia e “all'accentramento delle competenze mediche e chirurgiche presso gli ospedali genovesi”. Non è mancato chi ha presto saldamente le parti dei medici che hanno vergato la vibrante missiva, da Articolo 1 Mdp (“Negli ultimi anni si è determinato un notevole ridimensionamento dell' offerta sanitaria, un fatto di per sé ancora più dirompente della mancanza del nuovo ospedale”) al Manifesto per la sanità locale (“Quel che meraviglia è che la lettera non sia sottoscritta dagli altri dodici primari”), dalla deputata Pd Paita (“Tutta la città ormai si è accorta dello sfacio della sanità”) al consigliere regionale Battistini (“L'assessore regionale Viale, Lega, non è capace né di valorizzare il personale sanitario, e le ripetute dimissioni lo evidenziano, né di risolvere i problemi che di anno in anno peggiorano sempre più”).

In merito è intervenuto anche il sindaco della Spezia, Pierluigi Peracchini, nel corso di un'intervista rilasciata a Tele Liguria Sud per commentare i primi due anni di mandato. “I primari avrebbero forse dovuto protestare prima, visto che due anni fa la nostra sanità era al centesimo posto in Italia – ha affermato -. Protestare ora che il direttore generale è andato in pensione mi sembra molto politico. Un errore. I medici devono fare i medici e dare risposte ai malati. Se hanno problemi li manifestino nelle sedi opportune e se qui non trovano ascolto allora è anche giusto che manifestino. È assurdo... i direttori generali tramite concorsi scelgono i primari e loro quando non gli va bene protestano... insomma bisogna stare attenti e rispettare i ruoli”. In questa concitata fase andrà a inserirsi venerdì prossimo, 6 giugno, la manifestazione indetta dal Manifesto per la sanità locale. L'appuntamento è alle 17.00 in Piazza Beverini. Un evento annunciato nel corso dei vari incontri tenuti in questo mesi nello Spezzino dal Manifesto, sostenuto da molteplici sodalizi della società civile.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia































La Piazza Sospesa sorgerà tra Via Diaz e il lungomare: vi piace il progetto?











Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News