Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 29 Maggio - ore 21.19

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Per 1500 spezzini potenziali maturandi due possibili scenari

La ministra Azzolina ieri sera ha spiegato che in caso di ritorno a scuola entro il 18 maggio l'esame si farà, se invece perdurasse la situazione un'unica prova orale con ammissione per tutti ma non promozione scontata.

c'è una data

La Spezia - Se si tornerà in classe entro e non oltre il 18 maggio per i circa 1500 studenti spezzini che ogni anno in media si affacciano all'esame di maturità sarà un test vero e proprio. Nel caso però che saltasse tutto, gli esami si effettueranno con un'unica prova orale con ammissione per tutti ma non promozione scontata. Questo secondo le ultime dichiarazioni di Lucia Azzolina, Ministro dell'istruzione, invitata a parlarne ieri sera a Che tempo che fa, il programma Rai di Fabio Fazio.

Professori e personale della scuola erano e rimangono in attesa di nuovi e più nitidi chiarimenti che arriveranno soltanto in seguito. Se si tornerà a scuola si saranno persi due mesi di didattica ma almeno si salveranno le forme con una maturità comunque diversa perchè giudicata da una commissione interna con il presidente esterno. Azzolina spiega che sarà prevista la prova di italiano per tutti mentre la seconda prova che caratterizza l'indirizzo sarà preparata dalla commissione interna. Ma non ci sono i grandi, Azzolina ieri sera ha accennato qualcosa anche degli esami di terza media che si farà in ogni caso, sia che le scuole riapriranno sia che rimarranno chiuse come oggi. Nel primo caso gli allievi presenteranno un elaborato e ci sarà lo scrutinio finale.

Ma c'è da pensare anche al prossimo anno e alla possibilità che si riparta in modo comunque non normale e da questo punto di vista Azzolina accorda la possibilità di pensare ad una ripartenza a distanza, visto che in tantissimi casi le classi sono costituite da tanti studenti, ammassati in aule anguste e senza il necessario spazio di sicurezza. Su questo la Ministra ha chiarito: ""Non è il ministro dell'Istruzione che può stabilire quando il virus finisce. Fino a quando non ci sarà sicurezza i ragazzi non torneranno in classe".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia




VIDEOGALLERY






















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News